This content is not available in your region

Davos: i segreti del pianista

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Davos: i segreti del pianista

La troupe di Euronews ha incontrato uno dei personaggi storici del Forum di Davos, Barry Colson, il pianista del pianobar dell'hotel dove sono ospitati tutti i big dell'economia e della politica.

Barry Colson, musicista: "La gente passa molto tempo qui e poi va agli incontri, alle riunioni. Non ci sono molti party in giro, come sapete. Alla fine, vengono tutti qui. L'occhio dell'uragano è proprio qui al pianoforte, proprio qui....e ci sono molte volte in cui e persone cercano davvero di arrivare qui, ma non ci riesce".

"Conosco molti segreti, conosco molte persone da molti anni, molti primi ministri, presidenti. Non voglio fare nomi.....", aggiunge Colson.

"Almeno i Paesi, il nome di qualche ex capo di governo?

Barry Colson: "L'Australia era ben rappresentata, l'Irlanda era ben rappresentata, la Norvegia e anche il Canada erano molto ben rappresentati qui. Solo per citarne alcuni, ma senza nomi, non otterrete nomi da me. C'era un primo ministro australiano, che rimarrà senza nome e si trovava proprio qui....così ha iniziato a suonare "We come from the land down under" ed è stato probabilmente il peggior cantante di sempre".

Barry Colson: "C'è una regola qui, per suonare in questo bar, è una regola non scritta, i giornalisti, i leader mondiali, gli amministratori delegati, i colletti bianchi, sanno che nulla deve essere riportato qui perché questo posto è un terreno sacro per tutti, tutti noi. Qui possiamo essere noi stessi, possiamo abbassare la cresta tutti qui e questo è ciò che rende questo bar così speciale per tutti".