ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Shymbulak, il regno degli sport invernali

Shymbulak, il regno degli sport invernali
Dimensioni di testo Aa Aa

Per le nostre nuove avventure in Kazakhstan siamo tornati a Shymbulak, il regno degli sport invernali. E andiamo a vedere il panorama dall’alto.

Con un po’ di coraggio, via! Il volo comincia. E l’esperienza è davvero degna di nota. Un volo in parapendio in inverno, date le condizioni meteo meno favorevoli e il freddo, dura dai dieci ai quindici minuti. D’estate l’esperienza può durare fino a mezz’ora.

La guida Evgeny Oreshkin, direttore della scuola di volo Samuryk, ci spiega che : “Shimbulak è il punto più alto del Kazakhstan da dove lanciarsi col parapendio. Si parte da 3.200m. e si atterra a circa 1.600m. E’ il volo più lungo, nello splendore delle montagne. Facciamo voli durante tutto l’anno. Dipende dalle condizioni meteo. In genere facciamo 2-3 voli al giorno. Io volo da 30 anni, da quando ero bambino. Volevo diventare pilota di parapendio: una volta ho letto in un libro che il parapendio è come un piccolo passo nel grande cielo. Lì ho deciso che avrei realizzato il mio sogno”.

Messi i piedi a terra e piegata la vela, indossiamo le ciaspole e decidiamo di esplorare i dintorni delle piste da sci di questa località che è forse la più famosa del Kazakhstan.

Dopo aver raggiunto valle con gli sci, attendiamo il tramonto per l’ultima avventura.

Per concludere le nostre avventure in Kazakhstan, niente di meglio di una sessione notturna di pattinaggio sul ghiaccio. La pista di pattinaggio di Medeu è la più alta del mondo. Ed è un vero tempio di questo sport. Qui sono stati realizzati ben 125 record mondiali.

Altro da Adventures