ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Inseguimento Firenze: chiuse indagini

Inseguimento Firenze: chiuse indagini
Uccisero Duccio Dini in scontri loro auto. C'è un 7/o indagato
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – FIRENZE, 18 OTT – Volevano punire un parente e lo
inseguirono in auto a 100 chilometri all’ora nelle strade di
Firenze, zona via Canova, causando la morte di un ignaro
passante in scooter, Duccio Dini, 29 anni, travolto da auto
mentre era fermo a un semaforo rosso il 10 giugno 2018. La
procura di Firenze ha concluso le indagini indicando come
responsabili dell’omicidio 6 uomini del campo nomadi Poderaccio.
Sono Dehran Mustafa di 36 anni, Remzi Mustafa di 20, Remzi Amet
di 65, Antonio Mustafa di 44, Emin Gani di 27, Kole Amet di 39.
Il procuratore Giuseppe Creazzo e il sostituto Tommaso Coletta
li accusano, in concorso, dell’omicidio di Duccio Dini e del
tentato omicidio del loro parente, Bajram Rufat che rimase
gravemente ferito, e di lesioni per un altro automobilista di
passaggio, anche lui, come Duccio Dini, estraneo allo scontro
fra rom. Nell’inchiesta c‘è un settimo indagato, Kamjuran Amet,
37 anni, per violenza privata: la procura lo accusa di aver
minacciato gravemente di morte Bajram Rufta.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.