ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Foreign fighter, ho sparato poche volte

Lettura in corso:

Foreign fighter, ho sparato poche volte

Foreign fighter, ho sparato poche volte
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) - CAGLIARI, 18 SET - "Al fronte ho sperato poche volte". Sta quasi tutta nelle intercettazioni l'inchiesta sulla presunta partecipazione dell'indipendentista nuorese Pierluigi Caria, 33 anni, a quella che, per la comunità internazionale, è una organizzazione terroristica curda. Nelle carte delle indagini che arrivano da Nuoro ci sono le conversazioni del giovane che avrebbe combattuto contro le milizie jihadiste di Daesh, lo stato islamico dell'Isis, dopo essersi addestrato nell'accademia dell'Unità di Protezione del Popolo (Yekineyen Parastina Gel - YPG) a Serakaniye. Qui sarebbe rimasto ferito per l'esplosione accidentale di una bomba, come riportato dall'Unione Sarda. "Quello è stato un incidente - si legge in una intercettazione sempre sul quotidiano - cioè, tipo che gli è esplosa una sua bomba a questo compagno. E praticamente mi sono arrivate roba di schegge qua, nelle gambe e nella pancia...".

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.