ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Juncker: "É l'ora della sovranità europea"

Lettura in corso:

Juncker: "É l'ora della sovranità europea"

Juncker: "É l'ora della sovranità europea"
Dimensioni di testo Aa Aa

All'inizio del suo discorso sullo stato dell'Unione, Jean-Claude Juncker ha dichiarato: "Dieci anni dopo Lehman Brothers, l'Europa ha in gran parte voltato pagina su una crisi economica e finanziaria arrivata dall'esterno ma che ha pesato molto. L'economia europea è ora cresciuta per 21 trimestri consecutivii grazie anche ai quasi 12 milioni di nuovi posti di lavoro creati dal 2014. Parola d'ordine è rafforzare la moneta unica.

Jean-Claude JUNCKER, Presidente della Commissione Europea "L'euro deve diventare lo strumento attivo di una nuova Europa più sovrana, per questo dobbiamo prima mettere ordine in casa nostra rafforzando e approfondendo la nostra Unione economica e monetaria".

Sul discorso del Presidente della Commissione Europea, il commento del Commissario europeo per gli affari economici, Moscovici, Commissario UE per gli affari economici e finanziari, fiscalità e dogane: "Non è stato un discorso legato all'eredità, ma in realtà è ciò in cui crede, come un uomo che si è sempre dedicato all'Europa, ovvero che l'Europa ha bisogno di essere un attore globale".

Juncker ha anche menzionato i suoi colloqui commerciali con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump a luglio scorso.

Jean-Claude JUNCKER, Presidente della Commissione Europea "A Washington, ho parlato a nome dell'Europa, alcuni hanno descritto l'accordo, l'accordo, che ho ottenuto alla fine dei negoziati con il Presidente Trump come una sorpresa".

Capitolo migranti. La Commissione propone di stanziare complessivamente 21,3 miliardi di euro per la gestione delle frontiere, al fine di rafforzare ulteriormente la guardia costiera e di frontiera europea per proteggere meglio le frontiere esterne con ulteriori 10.000 uomini entro il 2020. Juncker è stato chiaro: "L'europa resti tollerante".