ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Lunedì nero per le Borse europee. Listini mai così in basso dal 2011

Lunedì nero per le Borse europee. Listini mai così in basso dal 2011
Dimensioni di testo Aa Aa

Inizio di settimana complicato per le Borse europee. I listini del Vecchio continente sono ai minimi da ottobre, complice il prezzo del petrolio, mai così basso dal 2009, la situazione in Grecia, con nuove elezioni tra meno di un mese ma soprattutto il timore di un rallentamento dell’economia cinese. In chiusura di giornata Milano perde quasi il 7%. Male anche Francoforte dove il DAX è sceso sotto i diecimila punti.

“Questa soglia – spiega Robert Halver, analista di Baadre Bank – è psicologicamente importante. L’indice non è più a cinque cifre, ma a quattro e adesso stiamo entrando in panico. Gli investitori stanno perdendo il sangue freddo e tutti, anche coloro che quest’estate non hanno mostrato interesse per le azioni, si stanno risvegliando e chiedendosi cosa sta accadendo in Cina”.

La svalutazione dello yuan cinese si ripercuote sull’andamento della moneta unica: l’euro infatti si rafforza sul dollaro e vale 1.1650. Il biglietto verde soffre per la mossa a sorpresa di Pechino e per l’allontanarsi della possibilità che la Fed torni ad alzare i tassi di interesse.