This content is not available in your region

Migranti, Triton è inefficace. I ministri Ue degli esteri alla ricerca di una nuova strategia per il Mediterraneo

Access to the comments Commenti
Di Arianna Sgammotta
euronews_icons_loading
Migranti, Triton è inefficace. I ministri Ue degli esteri alla ricerca di una nuova strategia per il Mediterraneo

Oltre milleseicento vittime in appena quattro mesi. Il 30% in più dell’intero 2014. Dopo l’ultima tragedia dei migranti nel Mediterraneo, l’Unione europea fa i conti con i propri ritardi e le proprie esitazioni. A Lussemburgo, dove si sono riuniti i 28 ministri degli affari esteri sotto accusa è soprattutto il programma Triton. Una semplice operazione di polizia a controllo delle frontiere del Sud Europa, inefficace quando si tratta di salvare centinaia di vite umane.

“Non è più sostenibile una situazione in cui a un’emergenza europea si risponde solo con risorse e impegni italiani” ha spiegato il ministro degli esteri italiano Paolo Gentiloni.

Da novembre, da quando il programma italiano Mare Nostrum si è concluso, l’Italia, che con la Marina Militare e la Guardia Costiera, è rimasta sola a intervenire in caso di incidenti.
lamenta la scarsa collaborazione da parte dei 27 stati europei. Prime aperture a Roma arrivano da Stoccolma.

“L’operazione di Frontex ha bisogno di essere sviluppata. La Svezia darà il proprio contrinbuto” ha chiarito Margot Wallstrom “Credo sia necessario, però, che tutti gli Stati membri condividano la stessa responsabilità nell’aiutare i rifugiati, in tutti modi possibili”.

Italia, Svezia, ma anche Grecia e Spagna chiedono che accanto a Triton venga attivata anche un’operazione di ricerca e salvataggio dei barconi di migranti in arrivo dal Nord Africa.

“Il punto è riuscire a costruire insieme un senso comune di responsabilità europea su quanto sta accadendo oggi nel Mediterraneo” ha spiegato Federica Mogherini “Tenendo conto che non esistono soluzioni facili, né soluzioni magiche, e che abbiamo bisogno di agire insieme”.

Dopo la richiesta formale avanzata da Renzi, nei prossimi giorni a Bruxelles potrebbe tenersi un vertice tra i capi di Stato e di governo da dedicare alla politica migratoria europea,anche in vista della pubblicazione a maggio dell’agenda della Commissione europea.