This content is not available in your region

Niger, attacco aereo al confine con la Nigeria: sette bambini morti "per errore"

Access to the comments Commenti
Di Euronews World
Resti dell'attacco aereo, in Niger.
Resti dell'attacco aereo, in Niger.   -   Diritti d'autore  Screengrab   -  

Sette bambini uccisi e cinque feriti, "per errore".
Sono stati colpiti mentre stavano giocando.

È accaduto domenica, durante un'incursione aerea dell'aviazione nigeriana contro un gruppo di uomini armati, nella regione di Maradi, nel sud del Niger.

"C'è stato un errore durante gli attacchi al confine e ha provocato vittime sul nostro territorio, nel villaggio di Nachade", ha dichiarato Chaibou Aboubacar, governatore della regione di Maradi, vicino alla Nigeria.

Secondo il governatore, "i genitori stavano partecipando a una cerimonia e i bambini stavano probabilmente giocando quando gli attacchi li hanno colpiti".

In diversi villaggi della zona imperversano da tempo bande armate provenienti dagli stati nigeriani di Katsina, Sokoto e Zamfara, che compiono omicidi, rapimenti, attacchi a commercianti e furti di bestiame.

Il Niger ha rafforzato il pattugliamento, ma non basta.
Insieme alla Nigeria, gli eserciti dei due paesi conducono regolarmente operazioni congiunte contro i gruppi criminali "di confine".

Il Niger ha già due fronti aperti contro i gruppi jihadisti: nel sud-est contro Boko Haram e l'Isis e a ovest contro Al Qaeda e gruppi affiliati allo Stato Islamico.

Secondo l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), la regione del Maradi ospita 100.000 rifugiati nigeriani, fuggiti dagli incessanti attacchi nel loro paese.

A metà febbraio 2015, 36 persone sono state uccise in un bombardamento di un aereo "non identificato" contro una moschea nel villaggio di Abadam nella regione di Diffa (sud-est) dove i jihadisti di Boko Haram avevano appena compiuto i loro primi attacchi contro il Niger.