This content is not available in your region

Alta tensione in Donbass, colpiti due alti ufficiali ucraini sulla linea del fronte

Access to the comments Commenti
Di Euronews  Agenzie:  AP
Alta tensione in Donbass, colpiti due alti ufficiali ucraini sulla linea del fronte
Diritti d'autore  Associated Press   -  

La tensione è altissima nella regione del Donbass, in Ucraina orientale, contesa da quasi 8 anni tra governo centrale e separatisti filorussi.

Dopo l'esplosione di un'autobomba nell'autoproclamata Repubblica di Donestk, e la pioggia di colpi di mortaio in violazione del cessate il fuoco, per cui le parti si accusano a vicenda, i leader separatisti hanno annunciato una mobilitazione generale.

"Faccio appello a tutti gli uomini della Repubblica Popolare che siano in grado di imbracciare un'arma - ha detto Denis Pushilin, leader dei separatisti di Donetsk - affinché difendano le loro famiglie, i loro figli, le loro mogli e madri. Insieme raggiungeremo la vittoria desiderata e necessaria per tutti noi. Proteggeremo il Donbas e tutto il popolo russo".

Il giorno precedente, i capi separatisti avevano annunciato l'evacuazione oltre il confine russo di donne, anziani e bambini, ventilando un'imminente incursione delle forze di Kyiv.

Ma secondo un'analisi dell'agenzia investigativa indipendente Bellingcat, svolta sui metadati raccolti sull'app di messagistica Telegram, gli appelli sarebbero stati registrati il 16 febbraio, prima ancora della ripresa delle ostilità

Grandi manovre

Nel frattempo, il presidente russo Vladimir Putin ha dato il via a esercitazioni militari con missili balistici, che sta seguendo dalla sala operative del cremlino insieme al presidente bielorusso Lukashenko. Grandi manovre, del resto, sono in corso anche in Bielorussia, con il coinvolgimento di jet russi, elicotteri carrarmati e paracadutisti.

La Nato teme che le esercitazioni possano essere una copertura in vista di un'invasione dell'Ucraina che prenderebbe a pretesto proprio la difesa di russi etnici e filorussi in Donbas, circostanza che Mosca continua però a negare.

Colpiti ufficiali ucraini

E anche a Kiev, il governo ucraino continua a smentire l'ipotesi di un'offensiva in Donbass , che sarebbe ormai un suicidio visto il numero di soldati russi ammassati al confine: in città sembra regnare la calma e uno speranzoso scetticismo, rispetto agli insistenti allarmi Nato su un'invasione imminente.

Intanto però una nuova pioggia di lanci di mortaio è stata segnalata in Donbas, dove alcuni alti ufficiali ucraini sarebbero rimasti feriti durante un'ispezione della linea del fronte, dove appena 500 metri di distanza dividono le forze di Kiev dalle milizie separatiste

Poco più a est, la Russia ha "probabilmente ammassato tra 169.000-190.000 uomini in Ucraina e nelle sue vicinanze, rispetto ai circa 100.000 del 30 gennaio", ha detto venerdì Michael Carpenter, l'ambasciatore americano presso l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa.