ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lifeline a Salvini: "Trasportiamo esseri umani, non carne"

Lettura in corso:

Lifeline a Salvini: "Trasportiamo esseri umani, non carne"

Lifeline a Salvini: "Trasportiamo esseri umani, non carne"
© Copyright :
REUTERS/Jon Nazca
Dimensioni di testo Aa Aa

800 migranti su 25 imbarcazioni

Il servizio di salvataggio marittimo spagnolo ha diffuso il filmato di sabato di una nave della guardia costiera, la "Polimnia", che ha trasportato i migranti salvati da un gommone alla deriva nel mare di Alboran, nel Mediterraneo tra Spagna e Marocco, delimitato dallo Stretto di Gibillterra e ha salvato uno degli uomini caduto in acqua.

Il salvataggio è stato parte di una più ampia operazione della guardia costiera iberica, che ha soccorso quasi 800 migranti, che stavano cercando di raggiungere le coste spagnole su 25 piccole imbarcazioni.

I migranti sono stati recuperati dalle loro precarie imbarcazioni nello stretto di Gibilterra, nel mare di Alboran e vicino alle isole Canarie e trasportati nei porti di Tarifa e Malaga, ha fatto sapere il Soccorso Marittimo spagnolo.

I migranti trasportati al porto di Tarifa, in Spagna.

Bel tempo e governo morbido

Le buone condizioni del tempo e il mare calmo hanno portato un recente aumento dei tentativi dei migranti di raggiungere la costa spagnola attraverso la rotta del Mediterraneo occidentale.

"Salvare vite in mare non è un crimine, è un obbligo legale".

Claus-Peter Reisch Comandante "Lifeline"

Inoltre, il nuovo governo spagnolo di centro-sinistra di Pedro Sanchez ha recentemente annunciato una posizione più morbida sulla migrazione, estendendo l'assistenza sanitaria pubblica agli stranieri senza permesso di soggiorno.

Una settimana fa, la Spagna ha accolto 629 migranti dalla nave "Aquarius" dopo che Malta e l'Italia hanno rifiutato di concedere alla nave l'accesso ai loro porti.

Tra Malta e Libia

A sud di Malta, intanto, motovedette maltesi hanno portato viveri e generi di prima necessità (alimenti per bambini, cibo istantaneo, bevande, couscous) alla "Lifeline", nave dell'omonima ONG tedesca (di Dresda), battente bandiera olandese, respinta dai porti italiani e maltesi, che il 21 giugno ha raccolto centinaia di migranti al largo della Libia.

Una motovedetta della Guardia Costiera maltese controlla la navigazione della "Lifeline".

"Lifeline": un tweet per Salvini

E' proprio di oggi, intanto, questo tweet pubblicato dalla "Lifeline": "_Caro @matteosalvinimi, non abbiamo carne a bordo, ma umani. Ti invitiamo cordialmente a convincerti che sono persone, quelle che che abbiamo salvato dall'annegamento. Vieni qui, sei il benvenuto!"

_

Il comandante della "Lifeline" Claus-Peter Reisch: "Al momento siamo in una posizione di attesa al largo della costa occidentale libica con oltre 230 persone a bordo. Grazie a Dio, non abbiamo gravi emergenze mediche, quindi la situazione è stabile. salvare vite in mare non è un crimine, è un obbligo legale. Inoltre non è possibile riportare quelle persone in Libia, in quanto sarebbe contrario alla Convenzione sui rifugiati di Ginevra".

Claus-Peter Reisch, comandante della "Lifeline"