ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ue: Sofia teme che i Balcani occidentali possano guardare ad altre potenze

Per la presidenza bulgara dell'Ue i Balcani occidentali sono una priorità. L'eurodeputata slovena Tanja Fajon:"Se l'Ue non mantiene le sue promesse potremmo perdere la regione nell'instabilità"

Lettura in corso:

Ue: Sofia teme che i Balcani occidentali possano guardare ad altre potenze

Dimensioni di testo Aa Aa

La questione dei Balcani occidentali è una delle priorità della presidenza bulgara dell'Unione europea, che sarà inaugurata giovedì in una cerimonia ufficiale cui parteciperanno le più alte autorità di Bruxelles.

Point of view

Se l'Ue non mantiene le sue promesse, potremmo perdere i Balcani occidentali nell'instabilità

Tanja Fajon Eurodeputata slovena S&D

L'eurodeputata slovena Tanja Fajon concorda con Sofia sull'importanza della questione: "Se i leader europei non si rendono conto di quello che è in gioco - spiega -, se promettono l'allargamento ma non mantengono la promessa, potremmo perdere rapidamente la regione nell'instabilità economica e politica. Anche il nazionalismo è in crescita, stiamo perdendo le giovani generazioni".

Secondo il think tank Ceps, il 2018 sarà "un anno decisivo per un rinnovato impegno dell\\\'Ue con i Balcani occidentali"

La Bulgaria teme che le esitazioni sul versante europeo possano spingere i paesi balcanici a guardare verso altre potenze che hanno interessi nella regione, in particolare la Russia.

Per il 17 maggio è previsto un vertice informale a Sofia sulla questione. A febbraio la Commissione pubblicherà una strategia per l'adesione di Serbia e Montenegro.