ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La furia iconoclasta USA travolge anche i monumenti italiani di Colombo e Balbo

Il navigatore genovese è considerato una figura controversa, il trasvolatore paga i suoi legami col fascismo

Lettura in corso:

La furia iconoclasta USA travolge anche i monumenti italiani di Colombo e Balbo

Dimensioni di testo Aa Aa

Nell’estate della guerra alle statue dedicate a simboli della guerra di Secessione americana, il fenomeno investe anche personaggi della storia italiana.

Dopo Cristoforo Colombo, nei giorni scorsi, ora anche Italo Balbo è nel mirino di alcuni manifestanti oltranzisti. Il navigatore genovese è considerato una figura controversa a causa del trattamento riservato ai nativi americani quandò sbarco sul nuovo continente.

Ma andiamo con ordine. La prima vittima della furia iconoclasta è stata una statua di Colombo del 1792, a Baltimora, in Maryland, distrutta a martellate. La memoria dell’esploratore è stata attaccata anche a Houston, in Texas, dove il monumento regalato alla città dalla comunità italoamericana, per il cinquecentenario della scoperta dell’America, è stata macchiato con vernice rossa.

In una città dell’*Ohio*, invece, l’amministrazione locale ha ha cancellato il Columbus Day, festa nazionale statunitense, sostituendolo con una ricorrenza delle popolazioni indigene.
A rischio anche la celebre statua di Colombo a New York che, dall’alto dei suoi 23 metri di altezza, domina il Columbus Circle; il suo destino, infatti, è ora legato alle decisioni di una commissione speciale istituita dal sindaco della Grande Mela Bill de Blasio, americano con origini campane da parte di madre.

A Chicago, la guerra ai simboli razzisti ha preso di mira la colonna intitolata a Italo Balbo.

Balbo Column

Il monumento venne offerto anel 1934 da Benito Mussolini per celebrare l’impresa dell’aviatore italiano, all’epoca ministro dell’Aeronautica nel governo italiano, che volò da Roma all’Illinois. La statua, situata a Burnham Park, presenta una targa con la scritta: “L’Italia fascista con il patrocinio di Benito Mussolini presenta a Chicago la commemorazione di un volo di Balbo nell’undicesimo anno del regime”.

Nell’estate della guerra alle statue dedicate a simboli della guerra di Secessione americana, il fenomeno investe anche personaggi della storia italiana.
Dopo Cristoforo Colombo, nei giorni scorsi, ora anche Italo Balbo è nel mirino di alcuni manifestanti oltranzisti. Il navigatore genovese è considerato una figura controversa a causa del trattamento riservato ai nativi americani quandò sbarco sul nuovo continente.
Ma andiamo con ordine. La prima vittima della furia iconoclasta è stata una statua di Colombo del 1792, a Baltimora, in Maryland, distrutta a martellate. La memoria dell’esploratore è stata attaccata anche a Houston, in Texas, dove il monumento regalato alla città dalla comunità italoamericana, per il cinquecentenario della scoperta dell’America, è stata macchiato con vernice rossa.
In una città dell’*Ohio*, invece, l’amministrazione locale ha ha cancellato il Columbus Day, festa nazionale statunitense, sostituendolo con una ricorrenza delle popolazioni indigene.
A rischio anche la celebre statua di Colombo a New York che, dall’alto dei suoi 23 metri di altezza, domina il Columbus Circle; il suo destino, infatti, è ora legato alle decisioni di una commissione speciale istituita dal sindaco della Grande Mela Bill de Blasio, americano con origini campane da parte di madre.
A Chicago, la guerra ai simboli razzisti ha preso di mira la colonna intitolata a Italo Balbo.
Balbo Column
Il monumento venne offerto anel 1934 da Benito Mussolini per celebrare l’impresa dell’aviatore italiano, all’epoca ministro dell’Aeronautica nel governo italiano, che volò da Roma all’Illinois. La statua, situata a Burnham Park, presenta una targa con la scritta: “L’Italia fascista con il patrocinio di Benito Mussolini presenta a Chicago la commemorazione di un volo di Balbo nell’undicesimo anno del regime”.


La comunità italiana locale ha scritto una lettera al “Chicago Tribune”: http://www.chicagotribune.com/news/local/breaking/ct-balbo-monument-protest-chicago-0824-20170823-story.html per protestare contro la richiesta di ritirare il monumento legato alle memorie fasciste.

La comunità italiana locale ha scritto una lettera al “Chicago Tribune”: http://www.chicagotribune.com/news/local/breaking/ct-balbo-monument-protest-chicago-0824-20170823-story.html per protestare contro la richiesta di ritirare il monumento legato alle memorie fasciste.