ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Biotestamento, Filomena Gallo: “Non c'è la volontà politica”


Italia

Biotestamento, Filomena Gallo: “Non c'è la volontà politica”

Il caso di Dj Fabo ha riacceso il dibattito sul biotestamento. Un disegno di legge è fermo da due anni: approvato il 16 febbraio dalla commissione Affari sociali della Camera, il testo – dopo tre rinvii – dovrebbe approdare in aula il 6 marzo. Debora Gandini ne ha parlato con Filomena Gallo segretario dell’Associazione Luca Coscioni.

Debora Gandini, euronews: “A che punto è in Italia la legge sul bio-testamento?”

Filomena Gallo: “La legge sul biotestamento biologico sarebbe dovuta andare in aula oggi. Vi è stato un ennesimo rinvio di una settimana ed è previsto per inizio marzo la discussione in Aula che avverrà presso la Camera dei Deputati.”

Debora Gandini, euronews: “Perché questo ritardo? Perché ad ogni battaglia sui diritti in Italia siamo sempre punto e capo?”

Filomena Gallo: “Purtroppo credo che manchi la volontà politica di dare all’Italia una legge che rispetti la volontà dei cittadini, le dichiarazioni anticipate di volontà il più delle volte vedono un passaggio necessario nei Tribunali dove sono i giudici che ordinano la sospensione delle cure e la sedazione.”

Debora Gandini, euronews: “Come difenderete Marco Cappato che ha detto che si autodenuncerà, in Italia sarà accusato di “aiuto al suicidio?”

Filomena Gallo: “Rischia 12 anni di carcere. Sarà una disobbedienza civile. Sarà difeso in tutti i modi possibili ma tutto questo vuole essere un messaggio al Parlamento. I cittadini italiani, dai vari sondaggi, sono più avanti rispetto alla volontà politica di un Parlamento che preferisce lavarsene le mani e non affrontare queste questioni.”

Debora Gandini, euronews: “Chi ha maggior colpa per aver ritardato e per continuare a ritardare questa legge sul bio-testamento?”

Filomena Gallo: “Non possiamo ignorare che il nostro Paese, è un paese cattolico e il Vaticano ha sede in Italia. Ricordiamo che l’Italia per Costituzione è un paese laico. Chiediamo che sia affermata la laicità del nostro Paese, che siano rispettate le libertà e mai nessun altro malato dovrà recarsi all’estero per fare una scelta, per dire “voglio addormentarmi senza soffrire”. Io credo che in questo momento i parlamentari italiani dovrebbero avvertire un senso di colpa per aver rimandato tematiche così importanti.”

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Germania

Germania: il Rosenmontag è dedicato alla politica