ULTIM'ORA

L'Onu denuncia: civili assassinati in casa ad Aleppo

Donne e bambini uccisi dalle forze governative, mentre i ribelli hanno sparato sui civili in fuga

Lettura in corso:

L'Onu denuncia: civili assassinati in casa ad Aleppo

Dimensioni di testo Aa Aa

Le forze governative siriane starebbero affrontando le ultime sacche di resistenza ad Aleppo, dove – secondo gli alleati russi – controllano oltre il 98% del territorio.

I miliziani ribelli sarebbero chiusi in circa tre chilometri quadrati.

Il ministero della Difesa russo afferma che nelle ultime 24 ore, dalle zone finora controllate dagli insorti, sono stati evacuati 7.796 civili, la metà dei quali sono bambini, e 375 miliziani hanno deposto le armi, mentre dall’inizio dell’offensiva sulla città sono state evacuate 110.000 persone.

Ma altre testimonianze, rilanciate nelle sedi Onu, accusano Damasco di aver ucciso almeno 82 civili nei quartieri est di Aleppo, tra cui donne e bambini, nelle loro case. Voci raccolte dalle Nazioni Unite hanno riferito invece di spari da parte dei ribelli contro i civili in fuga.

Accuse di crimini di guerra e atrocità pendono su entrambi i fronti.