ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Parco Disney apre a Shanghai

mondo

Parco Disney apre a Shanghai

Pubblicità

Disney si espande in Asia, aprendo da oggi un nuovo parco tematico in territorio cinese.
A Shanghai un pubblico potenziale di oltre 300 milioni di persone potrà “incontrare” Topolino e i personaggi di Star Wars o sperimentare attrazioni brandizzate pagando 67 euro per il biglietto d’ingresso, oltre un quarto dello stipendio medio cinese.

La struttura è costata quasi 5 miliardi di euro.
Disney, che già aveva aperto nel 2005 un parco divertimenti a Hong Kong, considera la Cina una grande opportunità di business.

“Abbiamo considerato molti modi per approcciare la crescita in Cina – afferma Bob Iger, presidente e amministratore delegato della Disney -, stiamo beneficiando chiaramente della crescita del mercato cinese del cinema, ad esempio, con i recenti successi di alcuni nostri film. Ma niente ha un impatto così forte, niente crea connessioni alle nostre storie, ai nostri brand, ai nostri personaggi, come l’esperienza di un parco tematico.”

Non sono mancate le critiche, come quella del concorrente cinese Wang Jianlin, che nel 2015 ha aperto la sua Wanda City a Nanchino e che ha definito il nuovo parco Disney “un’invasione culturale”.

Ma, anche se a gestire la struttura è Disney, la proprietà è al 57% del consorzio cinese a controllo pubblico Shendi.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo