ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Palmira tornerà come prima secondo responsabile archeologia siriano


Siria

Palmira tornerà come prima secondo responsabile archeologia siriano

Palmira torneà come prima. La vittoria militare dell’esercito di Damasco contro i militanti del gruppo Stato Islamico è una mossa simbolica e strategica di primaria importanza in Siria.

Dal punto di vista strettamente militare permette alle forze governative, alleate delle milizie iraniane, degli Hezbollah libanesi e delle forze russe, di pianificare un’avanzata verso l’Est del Paese, verso Dair El-Zor e da lì verso Raqqa, capitale dell’autoproclamato Califfato.

Una vittoria politica enorme poi per il regime siriano di Bashar Al-Assad, che i bombardamenti russi hanno riportato alla ribalta quando il suo destino era più che mai incerto.

La liberazione di Palmira è anche un sollievo dal punto di vista storico, culturale e archeologico.

“Ci rallegriamo e consideriamo incoraggiante che le forze governative siriane siano riuscite a cacciare l’Isis da Palmira e che ora un tale patrimonio umano e culturale potrà essere protetto e preservato” ha detto il Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon.

Il responsabile del patrimonio archeologico siriano Mamoun Abdelkarim ha affermato che il sito di Palmira potrà tornare nelle condizioni precedenti l’arrivo degli jihadisti, un anno fa. Secondo fonti militari siriane infatti lo stato del patrimonio architettonico greco-romano della città antica non sarebbe grave come le immagini di distruzione diffuse dall’Isis avevano finora fatto temere.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo

mondo

Bruxelles, i cittadini reagiscono all'annullamento della "marcia contro la paura"