ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Presidente Rep. Estonia Ilves: "La Nato ha cambiato atteggiamento verso la Russia"

Intervista al presidente della Repubblica dell’Estonia Toomas Hendrik Ilves realizzata dall’inviata speciale di Euronews a Davos Isabelle Kumar

Lettura in corso:

Presidente Rep. Estonia Ilves: "La Nato ha cambiato atteggiamento verso la Russia"

Dimensioni di testo Aa Aa

Intervista al presidente della Repubblica dell’Estonia Toomas Hendrik Ilves realizzata dall’inviata speciale di Euronews a Davos Isabelle Kumar.

Euronews: “Presidente, molte grazie per averci concesso un po’ del suo tempo. Il presidente russo Vladimir Putin è considerato un amante del rischio. Che cosa si aspetta da lui quest’anno?”

Toomas Hendrick Ilves: “È difficile da dire. Due anni fa abbiamo assistito all’invasione dell’Ucraina, presa di potere sul territorio o annessione. L’anno scorso, nel 2015, lo abbiamo visto andare Siria, in sostanza spianandosi la via al tavolo dei negoziati – unilateralmente – con i bombardamenti. Quindi, considerati gli ultimi due anni, non vorrei fare previsioni”.

Euronews: “E riguardo all’Estonia. A un certo punto, credo che lo abbiate percepito come una minaccia militare per il vostro paese. È ancora così oppure vi sentite sufficientemente protetti?”.

Toomas Hendrick Ilves:: “Diciamo che la situazione sul terreno o, meglio, nell’aria, non è cambiata. Mi spiego: due anni fa c‘è stato un drammatico aumento di voli militari senza transponder, un incremento che rappresenta un’enorme minaccia per l’aviazione civile, da cui, potenzialmente, possiamo subire danni davvero terribili. E tutte queste manovre ed esercitazioni minacciose proprio dietro ai nostri confini sono pericolose per l’intera regione. Non riguarda solo l’Estonia, ma anche la Svezia, la Danimarca, la Lettonia, la Lituania. Certo, in termini di sicurezza, rispetto a due anni fa, penso che la Nato stia tenendo molto più sotto controllo la nostra area. Prima tutti pensavano che non ci sarebbe stata alcuna minaccia. Ora la Nato sta cambiando atteggiamento”.

Euronews: “In merito alla sicurezza informatica, alla luce dell’enorme cyber-attacco che avete subito nel 2007: siete protetti adesso?”.

Toomas Hendrick Ilves: “Quel cyber-attacco era un po’ da ‘età della pietra’, se paragonato a quelli di adesso. Direi che in termini di sicurezza informatica siamo tra i paesi più sicuri al mondo. Ma, d’altro canto, non vuol dir niente”.

Euronews: “Torniamo al presente. So che percepisce il presidente russo Putin come una minaccia. Cosa mi dice riguardo alla veste di ‘negoziatore di pace’ in cui si sta calando. Lo trova credibile?”.

Toomas Hendrick Ilves: “Beh, invadi l’Ucraina, bombardi la Siria e poi la strada per il tavolo dei negoziati…come puoi essere un negoziatore di pace se sei tu la causa di tutto il problema? Mi spiego, e l’ho già detto, sei diventato un partner ineludibile perché hai creato tu stesso il problema. Cosa dici adesso ‘ho creato il problema, parlate con me?’. Non userei l’espressione ‘negoziatore di pace’”.

Euronews: “Presidente, molte grazie per il suo tempo”.