ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Parigi: il presunto assalitore del commissariato è un 20enne marocchino

Indagini affidate alla procura antiterrorismo, il giovane accusato di furto nel 2013

Lettura in corso:

Parigi: il presunto assalitore del commissariato è un 20enne marocchino

Dimensioni di testo Aa Aa

Nell’anniversario della strage a Charlie Hebdo Parigi torna a vivere ore di paura. Un cittadino marocchino di 20 anni, Ali Sallah, è stato ucciso mentre avrebbe tentato di penetrare in un commissariato del 18esimo arrondissement, armato di un coltello e con una finta cintura esplosiva. La procura antiterrorismo ha trovato messaggi in arabo e tedesco sul suo cellulare.

Il presunto assalitore portava con sé un effige dell’Isil e una rivendicazione. Nel 2013 era stato fermato per furto.

“La Procura antiterrorismo sta conducendo le indagini per accertare i fatti di questa mattina – ha spiegato il ministro degli Interni, Bernard Cazeneuve – Il procuratore fornirà appena possibile i primi elementi dell’inchiesta”.

Il testo di rivendicazione è stato trovato addosso a Sallah fa riferimento ai morti in Siria, ma non sono comunque mancate le proteste di alcuni testimoni in merito all’intervento della polizia.

Il quartiere doveva essere uno degli obiettivi degli attacchi di novembre e al-Baghdadi ha più volte chiesto di attaccare i commissariati. La polizia ha subito bloccato l’intera area.