ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna: Podemos festeggia il podio conquistato in Catalogna

Podemos è il primo partito in Catalogna. A Barcellona è stata una notte di festa per “En Comú Podem”, coalizione di sinistra tra i post-indignados e

Lettura in corso:

Spagna: Podemos festeggia il podio conquistato in Catalogna

Dimensioni di testo Aa Aa

Podemos è il primo partito in Catalogna. A Barcellona è stata una notte di festa per “En Comú Podem”, coalizione di sinistra tra i post-indignados e diversi piccoli gruppi locali (Podemos, BComú, Equo, ICV, EUiA). Il voto ha inferto un brutto colpo alle formazioni storicamente vincenti: il “Partido socialista de Cataluña” e la forza nazionalista “Democràcia i Libertat”.

“Questo voto segna la fine del sistema bipartitico, un cambiamente profondo del sistema dei partiti, l’emergere di polo guidato da Podemos e Pablo Iglesias che sta per cambiare la politica spagnola per sempre”, dice Ernest Urtasun, eurodeputato eletto nella lista Iniciativa per Catalunya Verds che fa parte della coalizione En Comú Podem.

Vincente si è rivelata la proposta del leader Pablo Iglesias di convocare un referendum ufficiale e “politicamente vincolante” sulla indipendenza. In festa anche gli indipendentisti di “Esquerra Republicana de Catalunya” (ERC) che sono al secondo posto con 9 seggi, tre volte quelli attuali

“Il diritto di decidere è piu forte di quello di non cambiare nulla”, commenta Josep Maria Terricabras di “Esquerra Republicana de Catalunya”, il partito che raccoglie gli indipendentisti catalani.

Perde terreno “Democràcia i Libertat” (DL), la coalizione di Artur Mas che ha conquistato otto seggi, la metà rispetto ai 16 vinti nel 2011. “Ci sarà una situazione di grande complessità e frammentazione che costringerà la Spagna a un cambio di cultura politica perché non esiste una mentalità di patti tra i partiti”, spiega Francesco Homs, capolista per la circoscrizione di Barcellona per “Democracia I Libertat”.

“Si apre ora una fase di negoziazione per formare il nuovo governo. Un nuovo modo di fare politica per i partiti, un sistema inusuale dopo tre decenni di bipartitismo”, conclude Cristina Giner, inviata di Euronews a Barcellona.