ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: l'inchiesta sull'uccisione di Nemtsov orientata verso la "provocazione"

Prenderemo gli assassini”: è la promessa fatta da Vladimir Putin alla madre di Boris Nemtsov, il leader dell’opposizione assassinato poco prima di

Lettura in corso:

Russia: l'inchiesta sull'uccisione di Nemtsov orientata verso la "provocazione"

Dimensioni di testo Aa Aa

Prenderemo gli assassini”: è la promessa fatta da Vladimir Putin alla madre di Boris Nemtsov, il leader dell’opposizione assassinato poco prima di mezzanotte a Mosca.
Il presidente ha telefonato alla famiglia e ha parlato di un “atto crudele”. Nemtsov stava passeggiando non lontano dal Cremlino, quando è stato raggiunto da quattro colpi alla schiena, sparati da sicari scesi da un’auto bianca.

“Al momento l’inchiesta sta seguendo varie piste – dice un portavoce degli inquirenti -: prima di tutto si ipotizza naturalmente che l’omicidio possa essere una provocazione volta a destabilizzare la situazione politica in Russia. Nemtsov potrebbe essere la vittima sacrificale per coloro che non si fermano davanti a nulla per raggiungere i loro scopi”.

Un’auto che potrebbe essere quella degli assassini è stata ritrovata non molto distante.
Nemtsov, secondo alcuni suoi collaboratori, stava lavorando su un dossier che riguardava la presenza militare russa in Ucraina. Nella società civile sono in molti a pensare a una responsabilità diretta o indiretta del Cremlino:

“Possiamo dire che l’attuale regime ha contribuito a questo assassinio, perché negli ultimi tempi, con la conoscenza e la connivenza dell’autorità suprema, l’odio di una parte della Nazione, quella maggioritaria, verso la minoranza è stato promosso e incrementato”.

Nemtsov aveva appena convocato una manifestazione dell’opposizione, che dopo il suo omicidio è stata trasformata in un memoriale. Diverso il punto di partenza, diverso quello di arrivo: i partecipanti – non più di cinquantamila, in base all’autorizzazione data dalle autorità moscovite – fermeranno il corteo nel luogo in cui Nemtsov è stato ucciso.