ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scandalo Carlton, Dsk alla sbarra. Deve convincere i giudici di non aver mai saputo che le ragazze presenti ai festini erano prostitute.

“Magnaccia, clienti, dichiarati colpevoli”. Con questo slogan tre Femen hanno accolto Dominique Strauss-Kahn davanti al tribunale di Lilla, dove è in

Lettura in corso:

Scandalo Carlton, Dsk alla sbarra. Deve convincere i giudici di non aver mai saputo che le ragazze presenti ai festini erano prostitute.

Dimensioni di testo Aa Aa

“Magnaccia, clienti, dichiarati colpevoli”. Con questo slogan tre Femen hanno accolto Dominique Strauss-Kahn davanti al tribunale di Lilla, dove è in corso il processo per sfruttamento della prostituzione a carico dell’ex direttore generale dell’Fmi.

Entra nel vivo in Francia, con l’ingresso in scena del protagonista, il cosiddetto “Processo del Carlton”. Per due giorni e mezzo Dsk dovrà cercare di convincere i giudici di aver partecipato alle serate organizzate dall’amico David Roquet senza sapere che le ragazze presenti fossero prostitute.

L’ex favorito alle presidenziali francesi, già costretto a ritirarsi dalla corsa all’Eliseo nel 2012 dopo lo scandalo sessuale del Sofitel di New York, è ora alla sbarra insieme ad altri 13 imputati con l’accusa di sfruttamento aggravato della prostituzione.

Rischia 10 anni di carcere e una multa di un milione e mezzo di euro.