ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Papa Francesco e l'abbraccio con il Patriarca di Costantinopoli


Turchia

Papa Francesco e l'abbraccio con il Patriarca di Costantinopoli

È stato uno dei momenti più significativi del viaggio in Turchia di Papa Francesco.

Dopo la preghiera comune nella chiesa al Fanar, il Pontefice ha chiesto umilmente al Patriarca di Costantinopoli la benedizione per lui e la Chiesa di Roma. Bartolomeo gli ha messo una mano sul capo e lo ha baciato.

A Istanbul Bergoglio ha anche pregato nella Moschea Blu, come fece otto anni fa Benedetto XVI. Allora il gesto di Ratzinger segnò la riconciliazione con il mondo musulmano, dopo il suo contestato discorso di Ratisbona.

Molti i curiosi che hanno cercato di vedere il Papa. Tra loro una donna che dice: “È un messaggero di pace dei cristiani verso altre religioni. È una bella cosa che stia visitando una moschea. Anche noi siamo entrati in una moschea, mentre i muslmani visitano le nostre chiese”.

Nella terza e ultima giornata in Turchia, Francesco parteciperà alle celebrazioni per Sant’Andrea, patrono della Chiesa di Costantinopoli, e incontrerà un gruppo di rifugiati iracheni e siriani.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Francia: FN a congresso, Le Pen plebiscitata