EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
Image
Ultimo aggiornamento:

Video. Ecuador: la prigione di Guayaquil militarizzata

La polizia e l'esercito dell'Ecuador hanno trovato armi, esplosivi e stupefacenti venerdì in un raid nel penitenziario litoraneo, la prigione più pericolosa del paese.

La polizia e l'esercito dell'Ecuador hanno trovato armi, esplosivi e stupefacenti venerdì in un raid nel penitenziario litoraneo, la prigione più pericolosa del paese.

Gli agenti hanno trovato fucili, bombe, granate, esplosivi, contanti e droga.

Anche condizionatori d'aria, ventilatori, orologi, televisori e altri oggetti elettronici sono stati sequestrati ai prigionieri.

Giovedì, un'operazione di ricerca condotta da circa 3.000 poliziotti e militari ha portato alla scoperta di armi e munizioni, una piscina con decine di pesci commestibili, allevamenti di polli e anatre e 15 cani all'interno di una parte dei 12 reparti.

Questa prigione nella città portuale di Guayaquil è stata perquisita in risposta a uno stato di emergenza dichiarato per 60 giorni in tutte le carceri del Paese.

Il penitenziario è stato teatro tra il 22 e il 23 luglio di scontri tra detenuti armati di fucili, mitragliatrici, pistole e altre armi, tra cui un lanciagranate. Gli scontri hanno provocato 31 morti e 14 feriti.

Quasi due anni fa, un brutale confronto tra prigionieri di diversi dipartimenti ha provocato 119 morti nello stesso luogo.

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

Ultimi Video

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ