EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Salvini, senza Berlusconi più difficile, metteva d'accordo

Si è raccomandato con me, 'finite le opere che ho cominciato'
Si è raccomandato con me, 'finite le opere che ho cominciato'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 12 GIU - Silvio Berlusconi "mancherà, però abbiamo ancora tanto da fare. Mi ha detto, 'mi raccomando, tante opere che ho cominciato io finitele voi'. Sicuramente sarà più difficile, perché riusciva a mettere d'accordo tutti, a tenere in sintonia tutti, ad avere un pensiero per tutti. Cercheremo umilmente di portare avanti almeno una piccola parte del suo enorme lavoro". Così il vicepremier Matteo Salvini, nel giorno della scomparsa di Silvio Berlusconi. "È stato un grande politico e un grande uomo, anche gli avversari non possono non riconoscerne l'unicità, la rivoluzionarietà - ha detto ancora il ministro dei Trasporti -. Il patrimonio che lascia non è economico ma di affetti. Quando arrivavo la prima e l'ultima cosa di cui parlava erano la sua famiglia, i suoi figli, i nipoti, Marta. L'ho sentito sabato sera dopo la partita dell'Inter, alle 11 di sera stava lavorando per le Europee, per l'Italia, per Forza Italia, per il governo. mi piace pensare che abbia lavorato fino a 20 secondi prima, perché non si accontentava mai". Salvini ha spiegato di aver ricevuto la notizia della morte dell'ex premier mentre era "a Lesa, sul Lago Maggiore per lavoro, con la Guardia costiera, che era una delle sue affezionate mete. Al di là della grandezza politica, imprenditoriale, sportiva, televisiva - ha notato con la voce rotta dalla commozione - c'è l'aspetto umano, l'immensa generosità, l'affetto. Non aveva mai digerito che portassi la barba, poi alla fine se la faceva andare bene. Al mio compleanno mi ha regalato un set di camicie blu, perché 'Matteo ti sta meglio il blu, togliti quel bianco'. E oggi cacchio ho la camicia bianca". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Corea del Sud, inondazioni nelle regioni del nord-ovest: evacuata la popolazione

Le notizie del giorno | 18 luglio - Pomeridiane

Usa, il discorso di Vance alla convention repubblicana: "Con Biden America più povera e debole"