EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Stalking e riti magici in Versilia,un arresto e 8 allontanamenti

Una coppia denuncia, 'spiati e pedinati da tanti sconosciuti'
Una coppia denuncia, 'spiati e pedinati da tanti sconosciuti'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MASSA (MASSA CARRARA), 13 GEN - Un arresto e otto misure cautelari per stalking. Questi i provvedimenti applicati a nove soggetti per una vicenda di atti persecutori contro un giovane imprenditore di Massa (Massa Carrara) e la sua compagna che avevano denunciato alla polizia di venire spiati e pedinati da numerosi sconosciuti. L'arrestato è l'ex socio di affari, un imprenditore, con residenza a Como e domicilio a Forte dei Marmi (Lucca). Ora si trova in carcere nella città lombarda. Anche gli altri otto indagati gravitano in Versilia e sono stati colpiti dal divieto di avvicinamento alla coppia presa di mira. Da intercettazioni sono emersi riti magici, pare per propiziare il riavvicinamento dell'ex socio. In quattro mesi di indagini la squadra mobile di Massa ha ricostruito la vicenda. La polizia ha identificato tutti i soggetti che venivano assoldati dall'arrestato per i pedinamenti alla coppia, e sequestrato tutti gli apparecchi telefonici cellulari e sistemi di videoripresa con cui venivano filmati. Inoltre, in alcune situazioni sarebbe arrivato a pagare persone per introdursi nella proprietà della coppia per porre gps alle auto; in un caso fu messo zucchero nel serbatoio di una per far usare un'altra vettura dove erano stati montati illegalmente strumenti d'intercettazione. Dalle indagini è saltato fuori anche un nordafricano che svolgeva abusivamente l'attività di investigatore privato, senza alcun titolo professionale. La scoperta più singolare è stato il sistematico ricorso a pratiche esoteriche, riti magici, con sedicenti maghi pagati con parcelle da 2.000 a 200.000 mila euro. Un primo arresto dello stesso imprenditore di Como, effettuato sempre dalla squadra mobile di Massa, c'era stato nel maggio 2021 e già si era evidenziato un comportamento ossessivo verso le vittime, con pedinamenti e collocazione di strumenti gps sulle loro auto. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La Cina apre un'indagine sulle importazioni di carne di maiale dall'Ue

Francia, Bardella: l'Ucraina deve difendersi ma non invieremo i soldati francesi a combattere

Spagna, i festeggiamenti per i dieci anni di regno di Felipe IV