This content is not available in your region

Scritta no vax davanti scuola a Palermo,"Bambini non si toccano"

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Dove l'Asp ha ripreso le somministrazioni delle dosi
Dove l'Asp ha ripreso le somministrazioni delle dosi

(ANSA) – PALERMO, 21 GEN – Scritte no vax alla direzione
didattica Raciti in via Tindari a Palermo dove l’Asp ha ripreso
le attività di vaccinazioni nelle scuole. Una frase rossa “i
bambini non si toccano” è stata trovata davanti all’ingresso del
plesso scolastico. Sono intervenuti i carabinieri. In questi
giorni con il ritorno sui banchi degli studenti, l’attenzione
dell’Azienda sanitaria provinciale è in particolare rivolta alla
fascia pediatrica di 5-11 anni che dal 15 dicembre scorso può
ricevere la somministrazione. La prima tappa del 2022 si sta
svolgendo oggi proprio all’Istituto comprensivo Russo Raciti di
via Tindari dove, all’interno della palestra, è allestito un
punto vaccinale occasionale per la somministrazione di prima,
seconda o dose booster ad alunni, genitori e personale
scolastico. Il calendario dell’attività proseguirà l’indomani (sabato 22
gennaio) all’Istituto comprensivo Giovanni Falcone di via
Marchese Pensabene, il 24 gennaio all’Istituto comprensivo
Giuseppe Verdi di via Casella, il 25 all’Istituto comprensivo
Vittorio Emanuele III di via Cesare Terranova, il 26 (dalle
15.30) all’Istituto comprensivo Boccadifalco-Tomasi di Lampedusa
(Plesso Emanuela Loi) di via Dogali, il 27 (dalle 15.30)
all’Istituto comprensivo Antonio Ugo di via Ettore Arculeo, il
28 alla Direzione Didattica Statale Aristide Gabelli di via
Palazzotto, il 29 all’Istituto comprensivo Manzoni-Impastato di
via Filippo Parlatore ed il 31 gennaio all’Istituto Gonzaga di
via Piersanti Mattarella. L’Asp di Palermo ha avviato l’attività di vaccinazione
anticovid nelle scuole il 13 luglio del 2021 somministrando
complessivamente, fino allo scorso mese di dicembre, 3.833 dosi.
(ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.