This content is not available in your region

Rame e coltelli: la lavorazione dei metalli, antica tradizione giapponese

euronews_icons_loading
Rame e coltelli: la lavorazione dei metalli, antica tradizione giapponese
Dimensioni di testo Aa Aa

L’artigianato è un’antica tradizione giapponese. Tsubame e Sanjo sono due centri famosi per la lavorazione dei metalli. Oggetti di rame e coltelli i protagonisti di quest'edizione di Go Japan!

Tsuiki, oggetti di rame fatti a mano

La lavorazione dei metalli è un’antica tradizione giapponese. La prefettura di Niigata è da sempre il cuore dell’arte della forgiatura. Tsubame e Sanjo sono due città distinte, anche se spesso i loro nomi vengono pronunciati insieme.

Gli oggetti di rame chiamati Tsuiki sono tipici di questa zona. Tsuiki significa “modellare martellando a mano”. Ciascun pezzo è fatto a mano, secondo le antiche tecniche tradizionali.

A Tsubame e Sanjo si possono visitare gli atelier di fabbricazione per ammirare la manualità degli artigiani. Ma se volete mettervi alla prova, potete provare a forgiare un coltello, come abbiamo fatto noi.

"Questo laboratorio - ricorda Haruo Hasegawa, direttore di uno di questi atelier - è stato creato una quindicina di anni fa. E ogni anno circa 5 mila persone vengono per imparare come si lavorano i metalli. Negli ultimi anni in moltissimi arrivano anche dall’estero per vivere questa esperienza”.

E abbiamo personalizzato il nostro coltello: GoJapan.

I coltelli giapponesi, una lega speciale e un patrimonio che passa di generazione in generazione

La storia di questa regione comincia 800 anni fa, quando nel letto del fiume Igarashi, che scorre nel centro di Sanjo, fu trovata polvere di metallo che divenne la risorsa principale.

La peculiarità dei coltelli giapponesi è la lega speciale di acciaio al carbonio, forgiato con acido borico, che regala alle lame la durezza per la quale sono famose in tutto il mondo. La creazione di ciascuno di questi pezzi secondo la tradizione artigianale richiede tempo e innumerevoli passaggi. Manualità che si tramanda di generazione in generazione.

“Ci vogliono circa due giorni per fare un coltello - dice il fabbro capo Tomoo Matsumura -. Questo è il tradizionale metodo di forgiatura. Facciamo i coltelli usando la stessa tecnica che abbiamo ereditato dalla fabbricazione delle spade, nei tempi antichi”.

E la tradizione continua ad evolversi grazie alla combinazione con l’alta tecnologia.