ULTIM'ORA
This content is not available in your region

La Bce di Christine Lagarde nel segno della continuità con Mario Draghi

La Bce di Christine Lagarde nel segno della continuità con Mario Draghi
Diritti d'autore
REUTERS/Ralph Orlowski
Dimensioni di testo Aa Aa

Tassi inchiodati a zero e programma di acquisti di titoli confermato a 20 miliardi di euro al mese fino quando necessario. Christine Lagarde si presenta nel segno della continuità nel suo primo Consiglio direttivo della Banca centrale europea.

La neo Presidente vede segnali di stabilizzazione del rallentamento della crescita con i dati di ottobre che evidenziano un proseguimento della debolezza economica dell'area euro e dell'inflazione a rilento. La Lagarde punta a completare entro 2020 revisione della strategia della Bce.

"In effetti la revisione affronterà i principali cambiamenti che hanno avuto luogo nel corso degli ultimi 16 anni - ha detto la Lagarde - Con questo includo i massicci cambiamenti tecnologici che le nostre società stanno affrontando. Comprenderà anche l'immensa sfida - per ognuno di noi - al cambiamento climatico. Comprenderà quegli aspetti di disuguaglianza che certamente stanno aumentando nelle nostre economie".

Dalla Presidente della Banca centrale europea i complimenti alla Grecia - il grande osservato di questo decennio - per i suoi progressi e un messaggio all'Italia sul Meccanismo europeo di Stabilità: "Non vuole danneggiare nessun paese, se lo avessimo avuto allo scoppio della crisi greca avremmo potuto gestirla più rapidamente".

I tecnici della Bce hanno limato le previsioni di crescita sul 2020 all'1,1%.

"Bene se Italia apre su limiti bond a banche"

Le aperture arrivate da alcuni policy maker italiani a proposito di ridurre la concentrazione di titoli di Stato nazionali nei portafogli delle banche "è un grosso passo avanti, e qualsiasi passo avanti in quest'area è una buona notizia".

Dopo voto nel Regno Unito più chiarezza sulla Brexit

Entro la fine di oggi sapremo quale sarà il risultato delle elezioni nel Regno Unito, che influenzerà ciò che accade alla Brexit e al periodo di transizione". Ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde. "Questo è un elemento di incertezza che probabilmente si sta allentando e che ci darà un po' più di chiarezza. Quindi è incoraggiante, diciamo così".

Rischi al ribasso crescita sono meno pronunciati

"Ciò che ci fa sperare è il fatto che i rischi al ribasso per le prospettive di crescita siano meno pronunciati". Ha detto Lagarde. "Non scommetterei su come andrà la fase uno del negoziato Usa-Cina sui dazi - aggiunge Lagarde - ma sta andando in una direzione migliore rispetto a qualche mese fa".

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.