Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un trionfo di luci e musica allo Sharjah Light Festival 2019

Un trionfo di luci e musica allo Sharjah Light Festival 2019
Dimensioni di testo Aa Aa

Nominata capitale araba della cultura dall'UNESCO nel 1998 e capitale della cultura islamica dall'ISESCO nel 2014, Sharjah è conosciuta come il centro culturale e artistico degli Emirati Arabi Uniti, con diversi musei e la Sharjah Art Foundation.

A febbraio i visitatori di Sharjah sono invitati a partecipare a un evento culturale di grande impatto: lo Sharjah Light Festival.

Oggi, al suo nono anno, il Festival richiama oltre un milione di persone da tutto il mondo.

"20 spettacoli disseminati in 17 location per 11 notti, a partire da un milione di visitatori - racconta James O'Hagan di Euronews - illusioni ottiche, facciate di edifici che prendono vita, giochi pirotecnici e lampi laser che illuminano il cielo notturno. È l'ora dello Sharjah Light Festival 2019".

James O'Hagan di Euronews

La sfilata acquatica del gruppo francese Ilotopie, che si dipana per 200 metri, è ricca di magia. Ne abbiamo parlato con il direttore artistico Bruno Schnebelin.

"Un tempo abbiamo deciso che l'acqua sarebbe stata il nostro palcoscenico - dice Schnebelin - È uno spazio vuoto che cerchiamo di riempire con la mitologia. C'era la richiesta di fare una prima parte e alla fine è diventata un assaggio con immagini viventi, prima di guardare il cielo per i giochi pirotecnici".

Intrecciato con il balletto sull'acqua è lo spettacolo pirotecnico Journey Through Light del Gruppo F. Il team ha avvolto i punti di riferimento dalla Torre Eiffel al Burj Khalifa di Dubai con scintillanti fuochi d'artificio.

Dice Christophe Berthonneau, direttore artistico del Gruppo F: "Abbiamo scelto di lavorare con l'immagine del drago e questo drago gira intorno alla magnifica laguna di Sharjah. Così siamo stati in grado di dare vita alla coreografia pirotecnica, legandola alla musica, ma - in generale - ai colori di culture diverse. Qui sentiamo una sorta di mondo che arriva ed emerge dalla baia di Sharjah".

Abbiamo parlato con Khalid Jasim Al Midfa, Presidente dell' Autorità per lo sviluppo del Commercio e del Turismo, per capire cosa significa il festival per Sharjah.

"La passione - dice - è uno dei pilastri principali di questo festival. Mostriamo Sharjah, la bellezza di Sharjah e la nostra identità, la vera essenza autentica dell'Arabia, degli Emirati Arabi Uniti e Sharjah. Anche l'Europa ha una cultura differente, molto ricca. Ma è molto diverso e, sai, riunirli e avere un linguaggio comune non è stato facile all'inizio, quindi ci è voluto un po' di tempo, ma guarda cosa abbiamo ora, guarda il risultato".

Raphaelle Martinez, artista, descrive il suo impatto con il Festival: "Per me è stato davvero importante rendere omaggio a ciò che ho scoperto venendo qui: è l'arte dei patterns, l'arte della calligrafia, l'arte islamica in generale. E Sharjah è una capitale culturale. Ed è stato molto importante per me onorarla, cercando di mostrare quante più texture possibili su queste moschee. Sono magnifiche".

Joshua Monteath, tecnico di Nomada Creativi, si sofferma sul lavoro per ottenere il trionfo di luci al festival: "Volevamo illuminare l'albero che rappresenta gli Emirati Arabi Uniti. Abbiamo dato luce a circa 9000 rami, quindi sono 9000 luci al LED e l'abbiamo fatto eh..... sì, ci è voluto un buon mese per farlo, ma ce l'abbiamo fatta".

Come dice James O'Hagan di Euronew, "è stata davvero una festa per i sensi e si tratta solo una piccola istantanea di ciò che viene offerto allo Sharjah Light Festival".