ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cinema: Almaty premia l'American dream bielorusso

Lettura in corso:

Cinema: Almaty premia l'American dream bielorusso

Cinema: Almaty premia l'American dream bielorusso
Dimensioni di testo Aa Aa

È "Crystal swan", di Darya Zhuk, il film vincitore del Festival del cinema di Almaty, in Kazakistan. La regista bielorussa non ha potuto partecipare alla premiazione, sul palco è salito il suo produttore.

La pellicola, che sta riscuotendo consenso in numerosi festival e verrà proiettata il 14 ottobre al BFI London film festival, è stata scelta per rappresentare la Bielorussia agli Oscar, dopo 22 anni che il Paese non tentava di entrare nella rosa dei candidati come miglior film straniero.

È la storia ironica dell'American dream di una dj nella Minsk post-sovietica degli anni Novanta, che sogna Chicago, regno dell'house music, e finisce in un paesino sperduto della Bielorussia dopo aver falsificato il visto.

Il trailer di "Crystal swan" di Darya Zhuk

"Il suo mondo crolla, non solo quello dei suoi desideri, ma anche quello della grande città, perché si scontra con un posto dove la gente ha una mentalità provinciale", spiega la regista.

Il festival di Almaty ha dato i premi alla carriera all'attrice tedesca Nastassja Kinski , nota per aver lavorato in "Paris, Texas" di Wim Wenders, Palma d'oro 1984, e il regista sudcoreano Kim Ki-duk.

Altro da cinema