Putin sull'Ucraina: "La minaccia nucleare sta crescendo, ma non attaccheremo mai per primi"

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Il presidente russo Putin: "La minaccia nucleare sta crescendo, ma non attaccheremo mai per primi"
Il presidente russo Putin: "La minaccia nucleare sta crescendo, ma non attaccheremo mai per primi"   -   Diritti d'autore  MIKHAIL METZEL / SPUTNIK / AFP

"Il conflitto di protrae e la minaccia cresce, ma non useremo per primi le armi nucleari"

La minaccia nucleare sta crescendo, ma non attaccheremo mai per primi. Il presidente Putin ha ammesso che i tempi della sua "operazione militare speciale" in Ucraina si stanno allungando, si è felicitato delle "conquiste territoriali" ottenute, ma ha detto che la Russia non è impazzita e farà quindi ricorso all'atomica soltanto in caso di aggressione.o in caso di aggressione.

"La nostra strategia in merito alle armi nucleari consiste in un impiego esclusivamente difensivo - ha detto il presidente russo-. Le concepiamo come strumento da riservare al solo caso di inevitabili rappresaglie. Se colpiti, cioè, contrattacchiamo". 

Non siamo impazziti, sappiamo cosa sono le armi nucleari. Ne disponiamo nella forma più più avanzata e moderna di qualsiasi altro Paese nucleare, ma non abbiamo intenzione di brandirle come un rasoio
Vladimir Putin
Presidente russo

Indignazione USA: "Affermazioni irresponsabili"

Indignazione dal Dipartimento di Stato USA, che interpreta le parole di Putin come un tradimento agli impegni in precedenza presi da Mosca e le bolla come "affermazioni irresponsabili"."Qualsiasi discorso alla leggera sulle armi nucleari è assolutamente irresponsabile - il commento che il Segretario di Stato Blinken affida al suo portavoce Ned Price -. Affermazioni simili sono in contrasto con la dichiarazione che la Russia ha formalmente sottoscritto nel gennaio di quest'anno al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite".

La UE propone nuove sanzioni: "In Ucraina Mosca porta morte e devastazione"

La Commissione europea ha proposto un nono pacchetto di sanzioni contro la Russia, che rivolte a 200 nuove persone ed entità, riconducibili a governo ed establishment. La presidente della Commissione Ursula von der Leyen ha accusato Mosca di "colpire deliberatamente civili e infrastrutture civili" e di continuare a "portare morte e devastazione in Ucraina".

Attacchi deliberati contro civili e infrastrutture. In Ucraina la Russia continua a portare morte e devastazione
Ursula von der Leyen
Presidente della Commissione Europea

L'ONU: "In Ucraina esecuzione sommaria e indiscriminata di oltre 400 civili"

E mentre il Segretario Generale Stoltenberg sollecita i partner NATO a intensificare l'invio d'armi all'Ucraina, le Nazioni Unite si apprestano a pubblicare un rapporto che documenta l'esecuzione sommaria e indiscriminata di oltre 400 civili in diverse zone del Paese. Interpretazione suggerita da Stoltenberg è che Mosca stia tentando di "congelare" il conflitto durante il periodo invernale, per sferrare una nuova e più imponente offensiva in primavera.