ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Perché la Juventus: 10 risposte di Cristiano Ronaldo in conferenza stampa

Lettura in corso:

Perché la Juventus: 10 risposte di Cristiano Ronaldo in conferenza stampa

Perché la Juventus: 10 risposte di Cristiano Ronaldo in conferenza stampa
Dimensioni di testo Aa Aa

La Juventus ha presentato ufficialmente il suo nuovo attaccante, Cristiano Ronaldo. Al suo fianco il direttore sportivo bianconero Fabio Paratici, uno degli artefici dell'operazione di mercato.

L'età non conta. Io mi sento bene, sono elettrizzato. Non vedo l'ora di iniziare

Cristiano Ronaldo Giocatore della Juventus

Ecco cosa il cinque volte Pallone d'oro ha detto, in sintesi, durante la conferenza stampa all'Allianz Stadium. Trecento le persone accreditate, tra giornalisti e operatori media, provenienti da tutto il mondo.

In mattinata si sono svolte le visite mediche al JMedical, struttura di proprietà del club.

  • CR7 E LA JUVENTUS: La Juventus è una delle migliori squadre al mondo, si tratta di una decisione che ho preso da tempo. La dimensione del club me l'ha resa una decisione facile, è stato un passo importante nella mia carriera; sono grato alla Juventus per avermi dato quest'opportunità, valorizzando il mio modo di giocare a calcio e la mia persona. Non è mai un passo indietro, sempre un passo avanti;

  • QUANDO E' STATA PRESA LA DECISIONE: La notte della vittoria della Champions con il Real non avevo deciso ancora nulla; ringrazio il presidente Agnelli per aver pensato a me.

  • OFFERTE DI ALTRI CLUB: Quella della Juventus è stata l'unica offerta ricevuta quest'estate;

  • CHAMPIONS LEAGUE: So che la Champions League è un trofeo che tutte le squadre vogliono vincere. C'è la possibilità che il club la raggiunga: lotteremo per tutti i trofei, la competizione può essere pesante ma dobbiamo essere concentrati. Si tratta di un trofeo molto difficile da vincere e spero di aiutare. Le finali sono sempre un'incognita, spero di portare fortuna a questa squadra ma bisogna lasciare che le cose vadano con naturalezza;

  • PALLONE D'ORO: Il pallone d'oro non è qualcosa che prendo in considerazione. Io voglio sempre vincere ed essere il migliore. Non pensavo di vincerne certo cinque. Se le cose vanno bene potrei avere l'opportunità di vincerlo qui, perché no, ma la cosa non mi toglie certo il sonno: lascio che le cose vadano naturalmente;
  • SFIDE: Sono ambizioso, mi piacciono le sfide e non mi piace restare nella mia comfort zone, sono molto motivato, convinto e fiducioso; voglio lasciare un segno anche nella storia della Juventus; la Serie A è un campionato difficile, molto tattico, ne sono consapevole, ma la mia carriera è fatta di sfide. Spero di avere un po' di fortuna ma sono fiducioso e sono sicuro che le cose andranno bene, darò il meglio e sono tranquillo;
  • CINA, QATAR E ALTRE DESTINAZIONI: Giocatori a 32-34 anni pensano che la loro carriera sia finita, ma io sono diverso dagli altri.Non sono per niente triste, è una sfida enorme per la mia carriera, i giocatori della mia età di solito vanno in altri paesi, a questo punto, della carriera quindi arrivare in un club così grande mi rende felice ed emozionato; la forma di questo trasferimento mi rende orgoglioso;
  • INIZIO DEGLI ALLENAMENTI: Inizierò ad allenarmi il giorno 30 luglio per essere pronto per l'inizio delle competizioni; non vedo l'ora di iniziare al meglio e il prima possibile;
  • RIVALITÀ: I rivali per il capocannoniere in Italia? Io non ho rivalità con altri giocatori, non è la mia etica, non mi piace paragonarmi agli altri. A me interessa solo vincere sempre e fare sempre il meglio possibile;
  • NAZIONALE PORTOGHESE: Darò sempre il massimo per il mio paese, non gli girerò mai le spalle; se ci fosse ancora la possibilità di aiutare il Portogallo, lo farò.