ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Migranti: i problemi della rotta balcanica

Lettura in corso:

Migranti: i problemi della rotta balcanica

Migranti: i problemi della rotta balcanica
Dimensioni di testo Aa Aa

Migranti ultima frontiera. Se non proprio l'ultima, con la chiusura dei confini ad Est dell'Europa grazie all'accordo tra l'Unione e la Turchia, l'ondata migratoria potrebbe riprendere sulla vecchia rotta balcanica. La Croazia ha già lanciato un allarme stimando in 60 mila i nuovi ingressi, per lo piu' illegali. Ora è la Slovenia che ha messo in allerta il proprio personale di frontiera chiamandolo alla prevenzione.

BOSTJAN SEFIC, SEGRETARIO DI STATO AL MINISTERO DELL'INTERNO SLOVENO
"Dobbiamo iniziare a mettere in atto le misure e dobbiamo farlo ora che la situazione è ancora gestibile, perché se andasse fuori controllo ci troveremmo di fronte a un grosso problema, tutti noi, e specialmente le persone che useranno questa rotta di migrazione".

Sul fronte Bosniaco i maggiori problemi con oltre 1000 km di frontiera con la Croazia, 500 dei quali adatto per attraversare illegalmente i confini. Qui è spesso luogo d'incontro per i migranti. Nelle cittadine limitrofe ci sono campi con afghani, curdi dall'Iraq, iraniani, pachistani e siriani.