ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Italia: nasce il governo Conte

Lettura in corso:

Italia: nasce il governo Conte

Italia: nasce il governo Conte
Dimensioni di testo Aa Aa

Il nuovo esecutivo guidato da Giuseppe Conte è nella pienezza dei poteri. Tutti i 18 ministri hanno prestato giuramento al Quirinale nelle mani del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, pronunciando la formula di rito.

Il primo a giurare è stato il premier, seguito dai ministri. In seguito, Conte è arrivato a palazzo Chigi per la tradizionale cerimonia della consegna della campanella, con cui il premier apre e chiude i lavori del Consiglio dei ministri. Conte ha ricevuto la campanella da Paolo Gentiloni.

Subito dopo, il nuovo presidente del Consiglio ha riunito i ministri nel primo Cdm.

Diciotto ministri, tra i quali due vicepresidenti del consiglio ai quali si va ad aggiungere un sottosegretario alla presidenza del consiglio, Giancarlo Giorgetti.

Tra loro, 6 sono in quota Lega, mentre altri nove fanno capo al movimento 5 stelle. Cinque i ministeri affidati a nomi femminili.

All'Economia, al posto di Paolo Savona, l'economista euroscettico sul cui nome si era arenato il penultimo tentativo, sederà il leghista Giovanni Tria. Savona occuperà invece un altro ministero chiave, quello per gli affari Europei.

Agli Esteri andrà Enzo Moavero Milanesi, già responsabile affari esteri per il governo Monti, rilevante proprio per la sua posizione europeista quasi in controtendenza rispetto al resto della squadra.

La squadra: Ministro dell'Economia: Giovanni Tria - Ministro degli Esteri: Enzo Moavero Milanesi - Ministro degli Interni: Matteo Salvini (vicepremier) - Ministro dello Sviluppo Economico e Lavoro: Luigi Di Maio (vicepremier) - Ministro ai Rapporti con il Parlamento: Riccardo Fraccaro - Ministro degli Affari Europei: Paolo Savona - Ministro della Difesa: Elisabetta Trenta - Ministro della Giustizia: Alfonso Bonafede - Ministro della Pubblica Amministrazione: Giulia Bongiorno - Ministro della Salute: Giulia Grillo - Ministro degli Affari Regionali: Erika Stefani - Ministro del Sud: Barbara Lezzi - Ministro dell'Ambiente: Sergio Costa - Ministro ai Disabili e alla Famiglia: Lorenzo Fontana - Ministro dell'Agricoltura e del Turismo: Gian Marco Centinaio - Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture: Danilo Toninelli - Ministro dell'Istruzione: Marco Bussetti - Ministro dei Beni Culturali: Alberto Bonisoli.

LE REAZIONI

  • "La Commissione sarà come in passato al fianco dell'Italia nel percorso di riforme e attenta alle sue attese e proposte per il futuro dell'Unione", è il commento del presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, che fa gli auguri al premier Conte. Sulle sfide strategiche, da immigrazione a riforma dell'Eurozona, "l'Italia avrà un ruolo di primo piano con la forza delle sue proposte, della sua responsabilità di Stato fondatore, del suo interesse ad una più intensa integrazione europea".

  • Il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk si è congratulato con il premier Giuseppe Conte. "La sua nomina arriva in un momento cruciale per l'Italia e l'intera Unione europea. Per superare le nostre sfide comuni, ci serve unità e solidarietà più che mai. Credo fortemente che la nostra comunità fiorirà soltanto quando basata sul rispettoso dialogo e la fedele cooperazione, che farò del mio meglio per assicurare", ha detto Tusk in una nota.

  • Il presidente russo Vladmir Putin ha spedito un telegramma al nuovo premier. Lo fa sapere il Cremlino. "Conto che la sua attività al governo contribuirà allo sviluppo di una collaborazione costruttiva russo-italiana in diversi settori, nonché ad un'efficace interazione nella soluzione dei problemi chiave regionali e internazionali", ha scritto Putin. "Questo sicuramente risponde agli interessi dei popoli della Russia e dell'Italia".

La svolta per la nascita dell'esecutivo è arrivata giovedi' alle 21, quando Giuseppe Conte è stato nuovamente convocato dal presidente della Repubblica. Un'ora dopo l'avvocato pugliese accettava l'incarico da Premier e di lì a poco presentava i ministri del suo governo. E così, all'89esimo giorno di tentativi, per l'Italia è arrivato un esecutivo. Si è conclusa quella che è stata la crisi politica piû lunga nella storia repubblicana.