ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele: libero il soldato Elor, proteste da parte palestinese

Lettura in corso:

Israele: libero il soldato Elor, proteste da parte palestinese

Israele: libero il soldato Elor, proteste da parte palestinese
Dimensioni di testo Aa Aa

Il ragazzo che vedete nell'immagine è Elor Azaria, il soldato franco-israeliano che uccise un terrorista palestinese, autore di un attacco all'arma bianca contro un militare israeliano, mentre questi era già inerme a terra.

Dopo aver scontato 9 mesi di prigione, la metà della pena comminata, il soldato è tornato a casa accolto da una festa.

"Dopo 26 mesi di sofferenze, di un incubo indicibile, che non auguro a nessuno, nemmeno a qualcuno che odio, oggi abbiamo una gioia" - ha detto suo padre.

Dal lato palestinese la liberazione prematura del giovane e l'accoglienza calorosa, suscitano indignazione.

Qadura Fares, capo dell'associazione dei prigionieri palestinesi, ha detto: "Lo hanno arrestato e alla fine lo hanno fatto uscire di prigione come un eroe. Questo rafforza la cultura dell'assassinio e del sangue, uno stato che protegge gli assassini motiva gli estremisti".

L'uccisione del terrorista palestinese Abd Fatah al Sharif avvenne a Hebron nel 2016, nel pieno dell'Intifada dei coltelli. All'assassinio a sangue freddo del giovane, per cui l'israeliano si giustificò dicendo 'temevo avesse una cintura esplosiva', è seguito un processo che ha diviso il Paese; le polemiche sono continueate quando Azaria, alla sbarra per un crimine per cui si rischiano anche lustri di prigione, omicidio volontario, è stato condannato a una pena considerata da alcuni irrisoria e dall'ultra-destra israeliana, invece, troppo pesante.

Nel dibattito è entrato anche il premier israeliano Benjamin Netanyahu che poco dopo la liberazione del ragazzo si è detto felice che la storia si sia conclusa.