ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Papa ai giovani "Gridate prima che gridino le pietre"

Lettura in corso:

Il Papa ai giovani "Gridate prima che gridino le pietre"

Il Papa ai giovani "Gridate prima che gridino le pietre"
Dimensioni di testo Aa Aa

Papa Francesco : "Cristo è morto gridando il suo amore per ognuno di noi, per giovani e anziani, santi e peccatori".

La celebrazione della Domenica delle Palme 2018 è coincisa con la 33ma Giornata mondiale della gioventù cosi' Papa Francesco ha evocato l'entusiasmo che Gesù ha suscitato nei giovani ma anche il “fastidio” e “l’irritazione” che quell'entusiasmo provocò in molti, fino a spingere a manipolare le folle incitate a gridare : “Crocifiggilo”.

L'invito a essere giovani

Il Dio morto da giovane sulla croce ritorna nella narrativa sacra della Chiesa Cattolica per ridare forza alla gioventù di buona volontà, quella che non sarà silenziosa, che non vuole vivere in un mondo di anestetizzati, ma è una gioventù viva e vitale.

“Ci sono molti modi per rendere i giovani silenziosi e invisibili. Molti modi di anestetizzarli e addormentarli perché non facciano ‘rumore’, perché non si facciano domande e non si mettano in discussione” Ha detto il Papa al quale è stato consegnato il documento della Riunione pre-sinodale in preparazione al Sinodo sui giovani.

"Gridate prima che lo facciano le pietre"

Il papa ha concluso l’omelia con un appello ai giovani: “In questa Domenica delle Palme, celebrando la Giornata Mondiale della Gioventù, ci fa bene ascoltare la risposta di Gesù ai farisei di ieri e di tutti i tempi: «Se questi taceranno, grideranno le pietre» (Lc 19,40). Cari giovani, sta a voi la decisione di gridare, sta a voi decidervi per l’Osanna della domenica così da non cadere nel ‘crocifiggilo!’ del venerdì... E sta a voi non restare zitti. Se gli altri tacciono, se noi anziani e responsabili stiamo zitti, se il mondo tace e perde la gioia, vi domando: voi griderete? Per favore, decidetevi prima che gridino le pietre!”.