ULTIM'ORA

Rajoy: "Abbiamo solo applicato la legge"

Il primo ministro spagnolo respinge ogni critica sul referendum in Catalogna: "Non è esistito. Dialogo sì, ma nel rispetto della democrazia"

Lettura in corso:

Rajoy: "Abbiamo solo applicato la legge"

Dimensioni di testo Aa Aa

“Da presidente di tutti gli spagnoli non avevo scelta”


“Abbiamo semplicemente fatto rispettare la legge e tutelato le istituzioni”. Al termine di una giornata segnata da violenze e polemiche per gli interventi delle forze dell’ordine, il premier spagnolo Mariano Rajoy ha difeso e rivendicato la linea dura di Madrid.


“Sono tenuto a far rispettare la legge – ha detto Rajoy nel suo discorso -. Sono Primo ministro di tutti gli spagnoli. Ringrazio i tribunali e le forze di sicurezza per il loro impegno nello Stato di diritto”. In giornata Guardia Civil e Policia Nacional le forze dell’ordine che rispondono a Madrid, erano intervenute per impedire il voto. La magistratura catalana ha nel frattempo annunciato l’apertura di diversi procedimenti contro i Mossos de Esquadra, la polizia regionale, che invece non è intervenuta

“La democrazia spagnola ha dimostrato che ha gli strumenti per difendersi”


“Il referendum che voleva liquidare la Costituzione spagnola e ottenere l’indipendenza di una parte del nostro paese, senza tenere conto dell’opinione dell’insieme degli spagnoli – ha detto – , semplicemente non è esistito. Siamo il governo spagnolo e io, in quanto Presidente di questo governo, ho assunto le mie responsabilità. Abbiamo compiuto il nostro dovere. Come abbiamo sempre detto, abbiamo solo ed esclusivamente attuato la legge, agendo nel quadro previsto dalla legge. Solo così abbiamo dato prova del fatto che il nostro stato democratico dispone degli strumenti per difendersi da un attacco così serio, come quello che si è cercato di sferrare con questo referendum illegale. Dico con la massima chiarezza possibile che non chiuderò alcuna porta. Non l’ho mai fatto e non è così che intendo la politica. Ho sempre offerto un dialogo onesto e sincero, ma semrpe nei limiti della legge e nel rispetto della democrazia.

“Le autorità catalane abbandonino una via senza uscita. Prossimo passo: la convocazione di tutte le forze politiche”

Invitate le autorità catalane ad “abbandonare un cammino che non porta da nessuna parte”, Rajoy ha poi detto che convocherà tutte le forze politiche per discutere dei prossimi passi.