ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Attentato a Londra: la polizia identifica due dei tre killer


Regno Unito

Attentato a Londra: la polizia identifica due dei tre killer

La polizia metropolitana di Londra ora conosce i nomi e i volti di due dei tre killer che sabato notte hanno ucciso sette persone. Entrambi di Barking, quartiere della periferia est della capitale britannica, si chiamavano Khuram Shazad Butt e Rachid Redouane. Il primo aveva 27 anni, orgini pachistane, ed era comparso in un documentario di Channel 4 sull’integralismo islamico, con in mano una bandiera dell’ISIL. Il secondo, 30 anni, aveva origini libiche-maroocchine.

Le indagini intanto non si fermano. Dopo i dodici arresti compiuti nel weekend, per tutta la giornata le forze dell’ordine hanno fermato altri sospetti, con l’obiettivo di risalire a possibili complici dei terroristi e smantellare eventuali organizzazioni legate all’estremismo di matrice islamica.

Nei pressi del London Bridge, al parco Potters Fields, si è svolta intanto una cerimonia in ricordo delle vittime del terzo attacco nella capitale britannica in altrettanti mesi. All’omaggio erano presenti autorità politiche, religiose e militari.

“Londra – ha detto il sindaco Sadiq Khan – resiste a dispetto di questo attacco codardo alla nostra città, alla nostra gente, ai nostri valori e al nostro modo di vivere. Come sindaco di Londra voglio inviare un messaggio chiaro agli estremisti malati e malvagi che commettono questi crimini terribili. Vi sconfiggeremo, non vincerete “

Centinaia le persone che hanno voluto essere presenti al ricordo delle 7 vittime. Il pensiero è andato anche ai circa 50 feriti, diciotto dei quali versano ancora in gravi condizioni. In molti hanno deposto fiori e messaggi di cordoglio.