ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Celebrazioni dei 60 anni dei Trattati di Roma: l'Europa punta all'unità


Redazione di Bruxelles

Celebrazioni dei 60 anni dei Trattati di Roma: l'Europa punta all'unità

Giornata di festa per l’Europa. Sebbene a corto di un suo membro, la famiglia europea si è riunita sabato per celebrare i 60 anni dei trattati di Roma.
Nella cornice della città eterna i 27 leader nazionali sembrano per un momento aver messo da parte ogni polemica e ricordato le tappe di un’avventura intrapresa da 6 paesi pionieri.
“Cari amici – ha affermato il presidente della commissione europea Jean Claude Juncker- firmo la Dichiarazione di Roma con la stessa penna che è stata utilizzata nel 1957 dal Lussemburgo per firmare il Trattato di Roma: ci sono delle firme che durano”.
Una storia quella europea fatte a volte di grandi conquiste e a volte, come in questo momento, di difficoltà. A partire dalle disuguaglianze economiche che generano attriti tra nord e sud o le politiche sull’immigrazione che contrappongono est a ovest. Più solidarietà meno opportunismo è quello che i dirigenti delle istituzioni europee hanno chiesto nel loro discorso.
L’Europa si è imposta un momento di riflessione, a fronte delle sfide interne che si appresta ad affrontare, come la minaccia populista che con le elezioni francesi e tedesche all’orizzonte potrebbe trasformare il sogno europeo in un incubo.
La crisi di mezz’età sembra colpire anche l’Unione Europea che dovrà reinventarsi, specialmente dopo lo shock della Brexit, se vuole continuare a far sognare i suoi cittadini.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Redazione di Bruxelles

L'Europa a due velocità, il grande taboo del vertice europeo a Roma