ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'assistente di Marine Le Pen indagata per truffa e abuso d'ufficio

Ma i sondaggi favorevoli alla candidata FN non fanno una piega

Lettura in corso:

L'assistente di Marine Le Pen indagata per truffa e abuso d'ufficio

Dimensioni di testo Aa Aa

L’assistente parlamentare di Marine Le Pen, Catherine Griset, è stata iscritta nel registro degli indagati nell’ambito dell’inchiesta sugli impieghi fittizi al Parlamento europeo che coinvolge la candidata alle presidenziali francesi. Le accuse sarebbero truffa e abuso d’ufficio. Nell’indagine è coinvolto anche la guardia del corpo di Le Pen, Thierry Legier.

Secondo la leader del Front National si tratta solo di un complotto mediatico per tirarla giù dalle cime sulle quali l’hanno issata i sondaggi in vista delle elezioni di fine aprile inizio maggio.

Mercoledi Marine Le Pen ha visitato una prigione. Riguardo alla vicenda, ai giornalisti ha detto:

I francesi sanno esattamente distinguere fra chi è coinvolto in veri scandali e i complotti politici a fini mediatico-elettoralistici e questo malgrado quello che voi provate a far credere.

La linea è dunque quella di gridare al complotto e pare funzionare perché Le Pen continua a calvalcare i sondaggi. Ha attualmente 7 punti in più rispetto ai più diretti concorrenti.