ULTIM'ORA

Strage di Berlino: Amri ripreso a Lione, in Italia i funerali di Frabrizia

Il governo francese aveva invitato alla prudenza prima di sostenere che Amri fosse effettivamente passato dalla Francia

Lettura in corso:

Strage di Berlino: Amri ripreso a Lione, in Italia i funerali di Frabrizia

Dimensioni di testo Aa Aa

Anis Amri fu ripreso dalle telecamere di sicurezza della stazione Lione Part Dieu il 22 dicembre, tre giorni dopo la strage di Berlino.

Il principale sospettato ha preso un biglietto per Milano, via Chambery, come quello ritrovato nello zaino dopo la sua uccisione a Sesto San Giovanni.

Il governo francese aveva invitato alla prudenza prima di sostenere che Amri fosse effettivamente passato dalla Francia, dopo aver lasciato Berlino.

Dalla capitale tedesca era rientrata a Sulmona, nei giorni scorsi, la salma di Fabrizia Di Lorenzo, la giovane vittima italiana. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha partecipato ai suoi funerali. “Ha dovuto lasciare questa terra che non riesce a dare speranza a questi giovani per il lavoro”, ha detto il vescovo nell’omelia.

“È stato molto commovente, ma con grande dignità da parte dei parenti, dei genitori, della nonna – dice Camilla D’Eramo, un’abitante di Sulmona – È un momento di dolore per tutti noi”.

“L’intera città è vicino a questa famiglia e a tutte le vittime di questa tragedia”, dice un altro cittadino di Sulmona, Carlo Iannamorelli.

Sul fronte delle indagini si conferma l’atteggiamento eroico del camionista polacco, Lukasz Urban. Ha lottato fino all’ultimo per evitare la strage e un camionista britannico ha lanciato una raccolta fondi per la famiglia. Sono già stati raccolti oltre 130.000 euro.

Gli inquirenti si concentrano ora sulla pistola che aveva Amri, probabilmente la stessa con cui ha ucciso Urban.