ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Romania: domenica le politiche, favorito il partito socialdemocratico


Romania

Romania: domenica le politiche, favorito il partito socialdemocratico

La Romania si prepara al voto di domenica per rinnovare il parlamento, con i socialdemocratici in testa ai sondaggi con il 40%. Il partito di Liviu Dragnea guidava il governo di Victor Ponta, dimessosi dopo le manifestazioni contro la corruzione. Entrambi sono esclusi dal futuro posto di primo ministro perché coinvolti in casi giudiziari, ha lasciato intendere il presidente della Repubblica Klaus Iohannis.

Il partito nazionale liberale, di centrodestra, che sostiene l’attuale primo ministro Dacian Ciolos in carica da un anno, è dato secondo, seguito da una nuova formazione, sempre di centro-destra, l’Unione per la Salvezza della Romania, fondata da un ex candidato a sindaco di Bucarest, Nicusor Dan. Assieme potrebbero raccogliere almeno il 35%.

Ciolos, ex commissario europeo all’Agricoltura, che si definisce indipendente, potrebbe essere designato per formare il futuro governo: “Per me è chiaro che occorre una riforma della pubblica amministrazione perché c‘è bisogno di migliorare i servizi dello Stato nei confronti dei cittadini e di dare chiarezza ai funzionari della pubblica amministrazione o a coloro che potrebbero essere interessati a lavorare nella pubblica amministrazione”.

L’incendio in un club notturno, che aveva provocato 64 morti, aveva spinto centinaia di persone a manifestare, nel novembre dello scorso anno, contro la corruzione endemica nel Paese che avrebbe permesso ai responsabili dell’immobile di aggirare le norme sulla sicurezza.

La Romania è anche il secondo Paese più povero dell’Unione Europea con un salario medio di 470 euro mensili.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Regno Unito

Regno Unito: si allarga l'inchiesta sulla pedofilia nel calcio