ULTIM'ORA

Brasile: l'Arena Conda saluta i suoi campioni, funerali di Stato per i 'Chape'

Lo stadio di Chapeco ha ospitato i funerali di 50 delle 62 vittime della tragedia aerea di lunedì scorso nei pressi di Medellin, in Colombia

Lettura in corso:

Brasile: l'Arena Conda saluta i suoi campioni, funerali di Stato per i 'Chape'

Dimensioni di testo Aa Aa

‘I campioni sono tornati a casa’. L’ultimo coro di 20 mila tifosi accoglie le bare dei calciatori della Chapecoense nell’Arena Conda.

Lo stadio di casa ha ospitato i funerali di 50 delle 62 vittime della tragedia aerea di lunedì scorso nei pressi di Medellin, in Colombia.

Il vice presidente, Ivan Tozzo, oggi a capo della società, ha letto i loro nomi, l’esercito brasiliano ha concesso loro gli onori militari e il Presidente della Fifa si è rivolto al pubblico: “Siete i Chape! Campioni eterni – le parole di Gianni Infantino – Stiamo tutti i brasiliani! Siamo tutti Chapecoense!”.

Nonostante il maltempo lo stadio è gremito. I parenti delle vittime hanno fatto l’ultimo giro di campo, portando le fotografie dei giocatori. Accanto a loro decine di psicologi giunti da tutto il Brasile in risposta ad un annuncio rivolto su Twitter dal club.

“Dei giocatori fantastici che hanno sempre sostenuto la comunità, aiutando chi aveva bisogno – dice Edmilson Marangoni, tifoso della Chapecoense – Non ho parole. Sono tante le emozioni in questo momento. La Chapecoense per noi è tutto”.

Dall’Italia arriva la solidarietà del Torino, nel giorno dei 110 anni dalla fondazione. In ricordo della sciagura di Superga, il club granata si è detto “fraternamente” vicino al team brasiliano.