ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Centinaia di migliaia di cubani in fila per rendere omaggio a Fidel


Cuba

Centinaia di migliaia di cubani in fila per rendere omaggio a Fidel

Gli orfani di Fidel Castro, a centinaia di migliaia, continuano a mettersi in fila per rendere omaggio al padre della rivoluzione cubana. A partire da lunedì la Plaza de la Revoluciòn a L’Avana, all’ombra del monumento all’eroe dell’indipendenza di Cuba José Martì, è stata il teatro di una silenziosa processione di cittadini in lacrime che hanno reso omaggio all’urna funeraria con le ceneri del Leader Maximo, apparsa per la prima volta ieri sera.

A piangere la scomparsa di Fidel, venerdì scorso, all’età di 90 anni, anche due dei 7 figli del leader cubano.

Da oggi il protocollo prevede l’avvio di celebrazioni cui sono stati invitati leader da tutto il mondo. Ma numerose sono le defezioni di peso, a partire da Barack Obama, a François Hollande che invia il Ministro dell’Ecologia nonché ex-moglie Ségolène Royal. Presenti invece tutti i dirigenti che a vario titolo incarnano la sinistra latino-americana, dall’equadoregno Rafael Correa al boliviano Evo Morales, al venezuelano Nicolas Maduro.

La settimana di lutto nazionale avrà il suo culmine nella sepoltura che avverrà al cimitero di Santa Ifigenia de Santiago de Cuba, dopo una processione che durerà 4 giorni fino all’altro lato dell’isola. Dove Fidel Castro riposerà nello stesso terreno in cui è sepolto José Martì.

Nel quadro del dispositivo di lutto nazionale decretato venerdì scorso e che sarà in vigore fino a domenica, sono stati vietati gli assembramenti, annullati gli spettacoli, gli eventi sportivi, sono state chiuse le discoteche ed è stata vietata la vendita di alcolici.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Esercito iracheno alla riconquista di Mosul, annuncia 1.000 jihadisti uccisi