ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Siria: Onu pronto a inviare una missione per indagare sull'attacco del 19 novembre


Siria

Siria: Onu pronto a inviare una missione per indagare sull'attacco del 19 novembre

Le Nazioni Unite hanno inviato in Siria una missione per indagare sull’attacco al convoglio umanitario che il 19 settembre nel Nord del Paese è costato la vita a 20 persone. Washington aveva puntato il dito contro Mosca che aveva respinto le accuse.

“È una missione complicata perché l’accesso è molto difficile e sappiamo, naturalmente, che le prove possono essere manipolate o fatte sparire. Un attacco di questo tipo contro un convoglio umanitario costituisce senza alcun dubbio un crimine di guerra ed è fondamentale ottenere quante più informazioni possibile”, ha detto Jan Egeland, il consigliere speciale del segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon.

È stato un raid aereo a colpire il convoglio il 19 settembre: è stata questa la conclusione dell’inchiesta interna avviata subito dopo dall’Onu. Dall’inizio di novembre nessuno convoglio umanitario è arrivato a destinazione. L’Onu denuncia di nuovo la situazione di emergenza umanitaria nella parte orientale di Aleppo dove s’intensificano gli attacchi del governo di Damasco e dei suoi alleati. 250mila civili sono sotto assedio, senza generi alimentari né medicinali. Da martedì, almeno 65 civili sono morti.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Nuova Zelanda. Dopo il sisma la costa si alza di due metri (e si vede a occhio nudo)