ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Il comitato etico della Commissione europea salva Barroso: non ha commesso alcuna violazione


Redazione di Bruxelles

Il comitato etico della Commissione europea salva Barroso: non ha commesso alcuna violazione

Dalla Commissione europea arriva un’ancora di salvezza per Barroso. Il comitato etico, costitutito da esperti legali e consiglieri politici, ha affermato che la decisione dell’ ex Presidente dell’esecutivo europeo di accettare un incarico di rilivevo presso la banca Goldman Sachs non viola alcuna regola di integrità.

Il verdetto, arrivato lunedi, parla piuttosto di mancanza di buon senso.
Secondo il panel di valutazione, non ci sarebbero quindi gli estremi legali per sanzionare il politico portoghese, il quale avrebbe rispettato il periodo di astensione di 18 mesi previsto dal Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea.
Sarebbe responsabile, semmai, di aver creato agitazione e danneggiato l’immagine della Commissione Europea.

In effetti il comitato d’inchiesta, voluto da Juncker, era stato creato proprio in seguito alle petizioni presentate da ex funzionari europei e cittadini, che chiedevano misure contro il comportamento di Barroso, passato da massima figura istituzionale europea, a presidente non esecutivo della piu grande banca d’investimenti americana.
L’affare Barroso è solo uno dei tanti esempi in cui si verifica il meccanismo delle cosiddette “porte girevoli”, ossia casi in cui figure di alto livello della politica europea decidono di ricoprire ruoli di prestigio nel settore privato, dopo aver terminato il loro mandato.
Una scelta che in molti casi presenta dubbi profili di compatibilità etico-morale con il ruolo pubblico svolto in precedenza.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Redazione di Bruxelles

Günther Oettinger accusato di razzismo e omofobia si difende ma non chiede scusa