ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Arrestato Ahmad Khan Rahmani, sospetto autore delle bombe a Manhattan

mondo

Arrestato Ahmad Khan Rahmani, sospetto autore delle bombe a Manhattan

Pubblicità

“Quanto accaduto nel quartiere di Chelsea a Manhattan sabato scorso è stato un atto di terrorismo”, a dirlo è stato il sindaco di New York, Mario Cuomo. Questo mentre è stato
ferito e arrestato dopo una sparatoria a Linden in New Jersey, Ahmad Khan Rahami, il 28enne di origine afgana ricercato perché sospettato di essere l’autore dell’ordigno e di quelli trovati in uno zaino nei pressi della stazione ferroviaria Elizabeth in New Jersey.

Rahami è stato colpito alla spalla destra, medicato, ma è rimasto cosciente mentre lo trasportavano in barella su di un’ambulanza.

L’uomo era stato naturalizzato americano e lavorava in un fast food di famiglia proprio a Elisabeth dove domenica notte è stato ritrovato uno zaino con altri cinque ordigni artigianali che la polizia è riuscita a neutralizzare sacrificando soltanto robot.

Se verranno confermate le accuse di terrorismo rischia la pena di morte.

Così de Blasio: “In base alle informazioni che abbiamo raccolto, abbiamo ragione di credere che si sia trattato di un atto di terrorismo. Abbiamo ancora una lunga investigazione di fronte a noi, ma adesso possiamo credere che sia terrorismo”.

Sabato ci sono state due esplosioni. Una senza danni alle persone, l’altra aveva ferito 29 passanti. Un ordigno artigianale, ma potente era stato lasciato in un cestino delle immondizie.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo