ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Tsipras richiama l'UE all'impegno di ricollocare i migranti

mondo

Tsipras richiama l'UE all'impegno di ricollocare i migranti

Pubblicità

L’Italia continua ad essere punto d’approdo di migranti e rifugiati in arrivo dal Nordafrica. Le condizioni meteorologiche favorevoli incentivano le traversate.
Mentre in vari porti della Sicilia sbarcano oltre 2300 persone, salvate in diverse operazioni nel Mediterraneo, in Grecia il capo del governo punta il dito sul ritardo nei ricollocamenti promessi dall’Unione europea.

“Da parte dell’Europa c‘è un obbligo che dev’essere accelerato – afferma Alexis Tsipras -. Cosa significa l’accordo tra l’Unione europea e la Turchia? Fermiamo il flusso illegale, ma creiamo flussi legittimi. Quali sono? La ridistribuzione dalla Grecia e direttamente dalla Turchia. Ma purtroppo dei 33.000 spostamenti promessi dall’Unione europea nel 2016 solo 3.000 hanno avuto luogo.”

Con Ankara Bruxelles ha siglato un controverso accordo a marzo che mira al respingimento dei migranti in cambio di contropartite economiche e politiche per la Turchia.

Nei giorni scorsi l’Unione europea ha annunciato un programma umanitario da 348 milioni di euro per inviare denaro direttamente a un milione di profughi siriani in Turchia.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo