ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Siria-Iraq: la Turchia smentisce il ritiro dei curdi

mondo

Siria-Iraq: la Turchia smentisce il ritiro dei curdi

Pubblicità

Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, mette praticamente fine alla mini-tregua con i curdi siriani.

Gli Stati Uniti avevano chiesto alla Turchia di fermare il fuoco contro la milizia curda alleata nella lotta contro l’Isis.

Ai curdi era stato intimato di tornare al di qua dell’Eufrate, allontanandosi quindi dalla zona di Manbij, e secondo Washington l’hanno fatto. Erdogan non concorda:

“Al momento, c‘è gente che dice che quelli sono tornati a Est dell’Eufrate. E noi diciamo che non l’hanno fatto. Non crederemo che lo YPG o il PYD siano tornati a est dell’Eufrate solo perché ce lo dice qualcuno negli Stati Uniti o altrove”.

“Nessuno può aspettarsi che la Turchia consenta un corridoio terrorista sui propri confini”, ha tra l’altro detto Erdogan. I curdi siriani sono appoggiati dagli Stati Uniti nella lotta contro l’Isis, ma Ankara tenta da tempo, anche armando altri gruppi in Siria, di ricavare una fascia di sicurezza al di là della propria frontiera.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo