ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Usa: democratico Kenyatta, nel voto afro-americano Hillary Clinton meglio di Obama

mondo

Usa: democratico Kenyatta, nel voto afro-americano Hillary Clinton meglio di Obama

Pubblicità

Stefan Grobe, euronews: della convention democratica qui a Philadelphia discutiamo con Malcolm Kenyatta, delegato dalla Pennsylvania. Pensa che Hillary Clinton possa riuscire a conquistare il voto degli afro-americani con lo stesso successo di Barack Obama?

Malcolm Kenyatta, delegato democratico: Credo che Hillary possa riuscirci e alcuni sondaggi corroborano le mie affermazioni. Hillary può addirittura far meglio di Obama. Non perché la comunità afro-americana non apprezzi il presidente, ma perché anche i neri repubblicani hanno paura delle cose che afferma Donald Trump. Ma secondo me la persona che finora ha perorato la sua causa in modo più efficace è stata Michelle Obama. È il miglior discorso che abbia mai pronunciato, nella sala la sua energia era palpabile.

Stefan Grobe: Michelle Obama è molto popolare. Hillary Clinton non lo è. Come supererà questo limite durante il resto della campagna elettorale?

Malcolm Kenyatta: La cosa positiva per Hillary Clinton è che abbiamo già visto qualcosa di simile in passato: quando Hillary Clinton è candidata, i sondaggi le sono poco favorevoli. Quando è in carica il suo tasso di popolarità schizza. Quando era segretaria di Stato è stata la figura più popolare della politica statunitense con un tasso del 67%. Abbiamo avuto grandi primarie, che molte persone non si aspettavano, Bernie Sanders ha galvanizzato il partito e il Paese. Credo che vedremo i sostenitori di Sanders tornare nella base del partito. Parlo ogni giorno con persone che avrebbero potuto affermare, “Bernie o niente”, e che ora si rendono conto che il “niente” significherebbe fermare le famiglie di migranti che vogliono venire da noi in cerca di una vita migliore, distruggere la speranza di ricevere salari migliori e le basi stesse del Paese.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo